Le più belle terme in Italia, naturalmente libere

 

Si consiglia un lungo respiro e poi via al relax, dopo le vacanze al mare e prima delle scrivanie di Settembre.
Come? Praticando il termalismo, come esperienza fondamentale per il proprio io psicofisico.
Le terme sono sempre piu’ legate al concetto di vacanza del benessere a 360 gradi, luoghi di terapia per il corpo e la mente e centri di prevenzione e correzione di errati stili di vita.

I servizi tradizionali dei luoghi termali oggi sono affiancati da attività complementari che puntano alla riabilitazione o prevenzione, così come le discipline integrate come l’omeopatia e l’agopuntura, ma anche trattamenti specifici per l’ansia e la depressione o programmi volti ad insegnare la buona nutrizione.

piscine Carletti
Le piscine Carletti, Lazio (ecobnb.it)

L’Italia è ricca di fonti d’acqua termale, da Nord a Sud del Belpaese sono migliaia le strutture a pagamento in cui è possibile concedersi benessere. Non tutti sanno, però, che non lontano dalle strutture ci sono punti in cui sgorga liberamente la stessa acqua con le medesime proprietà benefiche. Ed è gratis, senza orari o limitazioni di nessun genere. All’improvviso, in mezzo a boschi, sulle dorsali di qualche collina o sulle rive di un ruscello, ecco che compare un segreto della natura, magnifiche terme libere e gratuite.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Cascate del Gorello a Saturnia (Toscana)

Le terme libere che si trovano a pochi km dal centro di Saturnia, non sono lontane dal celebre stabilimento benessere. L’acqua termale sulfurea fuoriesce dalla sorgente alla temperatura di 37 gradi centigradi e, dopo qualche centinaio di metri a scorrimento libero, si butta in una serie di cascatelle e quindi in alcune pozze calcaree.

La zona termale libera di Saturnia è molto frequentata, soprattutto in estate, quando i canneti ed i prati circostanti, vengono presi d’assalto dai bagnanti, ma fuori stagione il freddo sfoltisce la folla e regala magia alle vasche calcaree quasi del tutto vuote. L’esperienza di un bagno caldo a mezzanotte è assolutamente speciale.

IMG_4184
Le terme di Bagnaccio. Lazio (www.ilbagnaccio.it)

La provincia di Viterbo vanta un ricco bacino termale con molte zone libere dove godere dei piaceri delle acque calde a stretto contatto con la natura. Come le terme di Bagnaccio, immerse nella campagna e dalle cui vasche si può ammirare anche la catena dell’Appennino. O come le terme del Bullicame che sorgono in un cratere e le Piscine Carletti che sono vasche alimentate da rigagnoli d’acqua a 58°C trasparente e limpida.

L’acqua delle sorgenti fuoriesce da due polle di acqua caldissima che scendono dalle pendici della collina nelle prime vasche, ciascuna a temperatura diversa. L’acqua scorre poi ancora verso due altre ampie piscine. Le prime tre polle sono davvero calde, per cui vengono prese d’assalto soprattutto in inverno, mentre le altre due vengono preferite nelle stagioni calde.

Terme Grotta delle Ninfee Calabria
Terme Grotta delle Ninfe. Calabria. (enzodeimedici.it)

In Calabria il libero termalismo è nelle Terme Grotta delle Ninfe. Secondo la leggenda la vasca di acqua sulfurea situata nella grotta di roccia calcarea, era abitata da splendide ninfe e custodiva il talamo di Calipso che nel poema omerico ospitò il naufrago Ulisse. La suggestiva piscina termale si trova nel cuore di un bosco secolare a Cerchiara in provincia di Cosenza. Acqua a 30°.

CIMG4160
Le terme Vulcano. Sicilia

In Sicilia, nella piccolissima e splendida isola Vulcano, le acque termali sono un fenomeno unico nel genere. Le doti curative dei fanghi e di quelle acque sono testimoniate da osservazioni ed esperienze condotte nel corso di almeno 40 anni. I fanghi centenari e le zone sulfuree in mare aperto e adiacenti alla zona dei fanghi, ospitano migliaia di persone tutto l’anno, per rigenerare la pelle, le ossa e per aiutare a risolvere problemi respiratori.

Terme Libere Bormio Lombardia
Terme Libere Bormio. Lombardia

A Nord invece le terme libere sono a Bormio, nel cuore delle Alpi in Lombardia. Certo in inverno, lo spettacolo delle terme non ha eguali perché la vasca fumante è circondata di neve. Ma anche nelle altre stagioni vale la pena immergersi in quell’acqua cristallina perché il paesaggio della natura regala sempre i suoi bellissimi cambiamenti.

 

di Mirella Ippolito