Sculture come nuvole: l'arte di carta di Mia Pearlman

L’universo, con le sue forze, le sue forme in movimento e la sua energia, è ciò con cui l’artista newyorchese Mia Pearlman si confronta quando realizza le sue vibranti installazioni di carta e inchiostro.
Leggeri strati di carta bianca intagliata, segnati da decise linee di inchiostro, formano vortici vaporosi e imprevedibili, svelando percorsi di luci e ombre che trasformano l’elemento tipicamente grafico in una scultura tridimensionale.

Influenzata dall’arte cinese e giapponese, nelle quali la natura è rappresentata in modo stilizzato attraverso un disegno sintetico e descrittivo allo stesso tempo, Mia Pearlman realizza sculture di carta che ricordano gli elementi naturali, non importa se siano nuvole, spuma marina o stalagmiti, attraverso forme semplici ma incisive. Quello che le interessa rappresentare sono le forze invisibili che muovono la natura e la nostra esistenza.

Mia Pearlman - Cascade
Mia Pearlman – Cascade

Il procedimento con cui lavora è semplice e intriso di spontaneità: lasciandosi inspirare dalle forme della natura e dal luogo stesso dell’installazione, traccia ampie linee d’inchiostro su fogli di carta, ritagliando poi gli spazi vuoti fra i segni. La progettazione è ridotta al minimo – dichiara l’artista- e il risultato finale emerge soltanto una volta fissato nello spazio architettonico.

Mia Pearlman - Havoc
Mia Pearlman – Havoc
Mia Pearlman - Inrush
Mia Pearlman – Inrush
Mia Pearlman - Inrush
Mia Pearlman – Inrush
Mia Pearlman - One
Mia Pearlman – One
Mia Pearlman - One
Mia Pearlman – One
Mia Pearlman - Penumbra
Mia Pearlman – Penumbra
Mia Pearlman - Scultura
Mia Pearlman – Scultura

Questo è il video del progetto CASCADE, realizzato a New York durante la Notte Bianca del 2011, che ha visto le pareti del New Museum “smaterializzarsi” tra vortici luminosi.
Davvero affascinante!

di Marianna