Mukou Leimondo Nursery School: l'architettura è un gioco in Giappone

Siamo in Giappone, a Kyoto.
E qui i bambini giocano in un fantastico playground costellato di casette di legno. Il nascondino è perfetto.

Mukou Leimondo Nursery School
Mukou Leimondo Nursery School

La dimensione di questi elementi è a misura di bambino che diventa abitante e protagonista di una città parallela, verde e sicura.
Questo gioco plastico di costruzioni lignee è un tetto giardino e funge anche da pozzi di luce per la scuola sottostante.

Archivision Hirotani Studio
Archivision Hirotani Studio

Progettata dagli architetti giapponesi Archivision Hirotani Studio, la Scuola dell’Infanzia Mukou Leimondo ospita coloratissime aule con soffitti a doppia altezza.

I colori caratterizzano spazi e funzioni
I colori caratterizzano spazi e funzioni

Gli architetti hanno regalato all’edificio il nome di “casa della luce” per il fascino della luce zenitale che penetra attraverso i camini lignei, oltre alle classiche aperture in facciata.

La casa della luce
La casa della luce

Gli spazi e gli arredi interni sono pensati in forme di gioco, pur conservando la linea “giappo”, elegante e minimale.
Una parete è disegnata in forma archetipica di casa, con tetto spiovente, a rafforzare il senso di piccola comunità.

L'archetipo casa
L'archetipo casa

Una sedia, montata sul soffitto di una delle sale giochi, incoraggia, alla Mary Poppins, a prendere in considerazione l’intero spazio come attivo e funzionante.

Sedia a soffitto
Sedia a soffitto

È comunque la luce la vera protagonista ludica del progetto.
I bambini riescono a percepire i cambiamenti di queste luci, le inseguono giocando con quella che è la percezione inconscia del passare del tempo.

Il gioco della luce
Il gioco della luce

Mukou Leimondo Nursery School è una delle numerose scuole che negli ultimi anni, sono state progettate con un parco giochi sul tetto, scelta in realtà motivata dall’eccessivo consumo del suolo e quindi dalla mancanza di spazio a quota zero.

di Mirella Ippolito