Ogni quanto lavare accappatoi o teli bagno?

Li usiamo ogni giorno per asciugarci dopo che abbiamo fatto il bagno o la doccia, ma ogni quanto li laviamo? Sì, stiamo parlando degli accappatoi o dei teli bagno che usiamo per asciugarci e che tutti in casa utilizziamo, anche i più piccolini. Non c’è niente di meglio che un bel telo profumato appena usciamo dalla doccia per ritrovare la pace con il mondo. Già, ma ogni quanto lavarli? Non solo per il profumo, ma anche per l’igiene…

Non esiste un termine massimo: come accade per le lenzuola, non sappiamo con esattezza ogni quanto lavare accappatoi e teli bagno. Certo, se notiamo che sono sporchi o che ci sono macchie, devono subito finire in lavatrice, mi raccomando.

C’è chi crede che dopo ogni utilizzo devono essere lavati, c’è chi, invece, crede che basta stenderli all’aria e al sole per farli asciugare, utilizzandoli più volte prima di lavarli. C’è chi nemmeno li fa asciugare…

Philip Tierno, microbiologo presso la New York University School of Medicine, in un’intervista rilasciata al quotidiano Business Insider, spiega che non dovremmo mai lasciare gli asciugamani bagnati: dove c’è umidità, ci sono i microbi e quindi il nostro telo bagno o accappatoio si trasforma in un oggetto potenzialmente pericoloso, pieno di germi e batteri.

Il microbiologo consiglia di usare al massimo tre volte gli asciugamani e poi via in lavatrice: dopo ogni utilizzo, invece, andrebbero fatti asciugare perfettamente.

Se ha un cattivo odore, laviamolo subito, perché potrebbe aver preso troppa umidità!

di Redazione

  • In questo articolo:
  • Casa