Perché amiamo spostare le cose in casa?

Tutte noi donne abbiamo un vizio che manda letteralmente fuori di testa i nostri compagni: alzi la mano chi, ogni tanto, si sveglia la mattina e decide di cambiare il posizionamento dei mobili in casa o di riporre gli oggetti da un’altra parte rispetto il solito posto che avevano. Se ci dimentichiamo di avvisare chi vive con noi, potrebbe essere un’abitudine alquanto destabilizzante, lo ammettiamo. Ma attenzione, perché potrebbe in realtà nascondere un disturbo.

Ora, nessuno dice che soffrite di niente se qualche volta l’anno decidete di spostare i mobili di casa per darle un nuovo look:  magari state pulendo e vi siete stancati di vedere quel mobiletto sempre lì e, provando a metterlo da un’altra parte, scoprite che il risultato finale è decisamente migliore.

Potrebbe anche essere un ottimo modo per esprimere la propria creatività e per cambiare aspetto alla casa senza spendere una fortuna. Magari abbiamo solo constatato nel tempo che quel mobile o quel soprammobile lì non è al suo posto, trovandogli collocazione migliore.

Se la cosa però avviene in maniera più repentina, se siamo soliti cambiare disposizione agli arredi o agli accessori, ma anche ai singoli oggetti, troppo spesso, magari ogni settimana o, peggio, ogni giorno, sappiate che questa abitudine potrebbe nascondere dei disturbi del comportamento.

Gli esperti sottolineano che questo comportamento potrebbe nascondere o insicurezza o un disturbo ossessivo compulsivo: bisogna indagare sulle modalità, sulle tempistiche e su quello che proviamo quando lo facciamo, per capire se è solo un “passatempo” o c’è dietro qualcosa di più.

E voi maschietti portate un po’ di pazienza: nella maggior parte dei casi è solo indice di voglia di cambiamento nelle donne. Non è che possiamo sempre esprimerlo con un nuovo taglio o colore di capelli!

di Redazione

  • In questo articolo:
  • Casa