Freya Jobbins: quando riciclare i giochi è un'arte

Un po’ ricordano la scultura classica, un po’ le teste dell’Arcimboldo, un po’ fanno pensare a qualche manga horror giapponese e un po’, semplicemente, lasciano a bocca aperta.

Freya Jobbins
Freya Jobbins

Assemblando scarti di giocattoli – soprattutto bambole, barbie et similia – l’artista australiana Freya Jobbins costruisce teste e busti che possono stupire l’attento scrutatore appassionato di dettagli.

Freya Jobbins
Freya Jobbins

Non sembra nascondere una lieve critica alla società dell’usa e getta questo lavoro che esplora la relazione tra feticismo consumista e cultura del riciclo attraverso le arti visive. Ma Freya non si lamenta: pare infatti che la materia prima non manchi…

Freya Jobbins
Freya Jobbins
Freya Jobbins
Freya Jobbins
Freya Jobbins
Freya Jobbins
Freya Jobbins
Freya Jobbins
Freya Jobbins
Freya Jobbins

di Alessia Fabbri