Samanta Bracci, la pittrice degli stati d’animo

 

Una pittrice psicologa.
Nata a Rimini nel 1973 dove vive e lavora, Samanta Bracci ha frequentato l’Istituto statale d’arte di Forlì e la facoltà di Psicologia di Bologna, dove si è laureata nell’anno 2000.
Dipingere quadri figurativi e pannelli, le sue decorazioni sono presenti in numerosi negozi e ristoranti.

La sua particolare pittura nasce dal connubio tra psicologia e arte
Gli studi intrapresi, infatti, le fanno capire che in realtà lo studio della malattia mentale è utile per capire i segni che lascia sull’uomo.  E il suo desiderio primario è proprio quello di trasferire su carta ciò che vede nelle persone.

60x60 condannato a morire olio su carta di giornale e legno-1
Samanta Bracci, la pittrice degli stati d’animo

Così l’artista definisce le sue opere “Stati D’animo”: ogni espressione del viso, ogni movimento del corpo dice e comunica qualcosa di noi, ogni segno del volto è frutto di un’emozione provata, ogni sguardo trasmette una condizione dell’anima.
La vita lascia un segno sul nostro corpo al suo passaggio, noi siamo filtri e come tali ci modifichiamo e cambiamo in base a quello che sentiamo. Il bianco e nero é immediato e fissa le immagini come fossero di gesso, sensazione di solidità che si perde sulla carta di giornale.

60x60 condannato a vivere olio su carta di giornale e legno
Samanta Bracci, la pittrice degli stati d’animo
IMG_0218
Samanta Bracci, la pittrice degli stati d’animo
melanconia 80x80 olio su carta giornale supporto in tela
Samanta Bracci, la pittrice degli stati d’animo

di Eliana Avolio