Terra: il pianeta delle meraviglie

Come alcuni di voi già sapranno il sito della NASA da qualche giorno è down, e il messaggio che appare al navigante è “A causa della mancanza di fondi del governo federale, il website non è disponibile. Ci scusiamo per l’inconveniente“. È difficile credere che le aspirazioni statunitensi di conquista dei cieli siano venute meno, dopo decenni di missioni che hanno segnato la storia (anche quella di chi scrive, il cui ex fidanzato di secondo nome faceva Apollo non per il dio ma per il programma spaziale che spedì il primo uomo sulla luna nel ’69, il suo anno di nascita). E pare anche strano che si decida di interrompere la ricerca aerospaziale, settore strategico in cui l’Europa decide invece di concentrare molte delle risorse dedicate alla ricerca e innovazione (non è che per caso hanno avuto un sentore dell’invasione degli extraterrestri e il governo americano le ha fatto chiudere i battenti prima che potesse fuoriuscire la notizia?).

È peccato anche perché tra i siti della NASA c’era l’”Astronomy Picture of the Day”, semplice e modesto, che ogni giorno per gli ultimi 18 anni ha pubblicato un’immagine astronomica, e che ora lascia orfani migliaia di appassionati. Anche l’Europa però ha il suo “Observing the Earth“, il cui archivio è aggiornato settimanalmente con immagini accompagnate da una semplice descrizione di ciò che si osserva. Da lì provengono queste immagini.

Non sarà la prima volta che vedete immagini della Terra dal cielo, ma ognuna di esse è sempre uno spettacolo, e questo archivio è una fonte straordinaria di emozioni. Gli altopiani del Perù sembrano un foglio di alluminio spiegazzato, i rilievi nel deserto della Namibia disegnano profili, il delta del Mississipi è un corallo e i laghi di Clearwater in Canada uno stormo di uccelli impazziti. Frammenti di bellezza da quella meraviglia della natura che è il pianeta Terra.

di Alessia Fabbri