Stili diversi per arredare la nursery del tuo bebè

 

Dolce, stravagante, colorata, la nursery può assumere diversi toni a seconda dei gusti e talvolta del sesso del nascituro, che non può non condizionare la scelta dell’arredamento. Si tratta di una camera che difficilmente sappiamo come arredare e decorare: molte di noi, infatti, si riducono a inserire una culla al centro o ai lati dell’ambiente, dando vita a un clima sciatto e noioso, che non dovrebbe assolutamente caratterizzare una camera così gioiosa.
Per questo motivo oggi ti mostreremo 6 stili diversi per arredare la nursery del tuo bebè, in modo da creare un ambiente allegro, elegante e che possa adattarsi sia ai maschietti che alle femminucce.

1) Giocosa e stravagante

Nursery giocosa e stravagante
Nursery giocosa e stravagante

Uno degli stili più apprezzati dalle future mamme è sicuramente quello giocoso e stravagante, il cui design consiste nel riempire l’ambiente con completamenti d’arredo necessari, come la culla, un divanetto, una cassettiera, accompagnandoli con elementi decorativi vintage e bambineschi. La stravaganza sta nel fatto che la maggior parte delle decorazioni inserite non appartiene assolutamente a quest’ultimo decennio, ma si rifà ai giochi per bambini degli anni ’60/’70.

In questo specifico ambiente si è scelto di creare un clima sognante grigio, bianco e rosa, dove cuscini e tappeti richiamano molto la consistenza delle nuvole o dello zucchero filato; inoltre è stata creata un’area ricca di soprammobili e giochi vintage come coniglietti di peluche, cavallucci a dondolo, abachi in legno e mini casette delle bambole.

2) Colorata

Nursery colorata
Nursery colorata

Chi ama il colore, invece, apprezzerà sicuramente lo stile d’arredamento di questa nursery giocosa e pimpante. Se non si vuole spendere troppo rinnovando il colore del soffitto, del pavimento e del muro, bisogna selezionare le combinazioni giuste di tinte degli oggetti per la nursery. Verde, arancione e color legno, ad esempio, sono tre colori che ben si adattano per creare una stanza dai toni allegri, ma che mantenga un registro serio.

In questo caso si è scelto di inserire una culla azzurra in abbinamento a una zona relax composta da un puff bianco e da tre cuscini di varie tonalità; se la decisione di introdurre elementi celesti può destare il sospetto che la nursery sia destinata a un maschietto, il tutto verrà smentito dalla tendina e dagli altri elementi in pesca / arancione, come l’orologio da muro e i disegni dei quadri.

Un piccolo suggerimento per introdurre colore alla camera, senza acquistare oggetti dalle tinte troppo diverse tra loro, è quello di creare una bacheca contenente libri per bambini dalle copertine colorate e allegre, che conferiranno alla nursery un tocco in più.

3) Elegante

Nursery elegante
Nursery elegante

Chi possiede una casa moderna e sofisticata sicuramente apprezzerà lo stile di nursery più elegante e serio. Il design in questione va curato nei minimi dettagli perché rischia di rivelarsi monotono e insignificante. Per questo motivo, se non vuoi rinunciare a questo registro, dovrai concentrarti sugli accostamenti di oggetti e sulle geometrie. Carte da parati e quadri simmetrici posti lungo alcune delle pareti della nursery possono ricreare un ambiente sofisticato, ma allo stesso tempo quasi ironico.

I colori prevalentemente impiegati per questo stile sono sicuramente il blu scuro e il verde petrolio, due tinte molto eleganti, che hanno la peculiarità di far sembrare gli oggetti più costosi e di maggiore qualità. Per evitare che il clima risulti per alcuni triste, è bene optare sempre sullo stile minimal, inserendo però degli oggetti inerenti all’infanzia, come i peluche, i sonaglini, le scatole di giochi e i quadrati componibili.

4) Rustica e glamour

Nursery rustica e glamour
Nursery rustica e glamour

Opposto al design sofisticato ed elegante vi è sicuramente quello più leggero dello stile rustico. Definito comunque glamour per via della cura nel dettaglio e del tocco femminile ben visibile, lo stile rustico lascia spazio all’arredamento vintage della nursery, creando un clima romantico e meditabondo. Luminoso e minimalista, questo stile opta sopratutto sui toni chiari del celeste, del bianco, del grigio, del panna e del rosa, senza improntare il design sul genere maschile o su quello femminile.

Vista la semplicità degli oggetti presenti in camera, bisogna focalizzare tutte le energie nella scelta della culla, che può assumere i connotati del colossale. Oltre alla cassettiera, nella quali inserire i corredi, e a delle poltrone, il design in questione richiede degli angoli particolari composti da richiami floreali, piccoli mobili in cui esporre giocattoli, tovaglie o cornici con foto e frasi.

5) Classica

Nursery classica
Nursery classica

Dedicata a chi non è solito apprezzare design troppo elaborati, la nursery classica è sicuramente quella sempreverde e amata da tutti. All’interno della camera in questione si possono inserire elementi essenziali come la culla, la cassettiera e una poltrona e alcune decorazioni che risultano dirette protagoniste del design: lampade, peluche, libri per bambini e quadri sono, infatti, elementi essenziali per la nursery del bebè.

Il tutto verrà giostrato intorno ai toni del grigio, del bianco e del nocciola, per essere adattato a qualsiasi sesso del nascituro. Il punto forte di questa nursery è sicuramente il clima di trepidante attesa conferito dall’essenzialità degli elementi, mitigato allo stesso tempo di calma dei colori e dello stile minimal.

6) Dolce e soft

Nursery dolce e soft
Nursery dolce e soft

Adatta sopratutto alle bambine, in quanto è più facile ravvisarne il tocco femminile, questo design è il più amato dalle donne. Dolce e soft, questo stile di nursery è uno dei più romantici, caratterizzato dai toni del rosa, del cipria e del panna. Flora e fauna sono due mondi immancabili per il design, che vengono sapientemente coniugati in varie zone della nursery, senza scadere nel banale.

Sopra la culla, ad esempio, sono stati posti dei quadri a tema floreale e addirittura un bouquet di fiori finti sul soffitto, che il bebè potrà osservare sin dai primi giorni di vita; in un angolo, invece, si è scelto di porre un gigantesco peluche a forma di zebra, che, per quanto mastodontico, non sminuisce il clima soft generato dai semplici complementi d’arredo.

di Clarissa Cusimano