Suzan Drummen e l’arte caleidoscopica del cerchio

 

L’artista olandese Suzan Drummen crea grandi installazioni psichedeliche, modelli circolari affascinanti e complessi fatti di specchi e vetri colorati. Costruzioni ipnotiche e luminose che impreziosiscono i pavimenti come mosaici di vetro.
Ogni posizione è unica e richiede approcci diversi. Guardati da un punto di vista lontano, sembrano semplici geometrie, ma è a distanza ravvicinata che si scoprono tutti gli intricati dettagli della composizione.

E la magia è vulnerabile ed effimera perché ogni singolo elemento è posato libero a terra. E’ sufficiente un colpo di vento o un piede distratto a spazzar via la forma del cerchio.

Suzan Drummen
Suzan Drummen

Suzan ha esposto in tutto il mondo, riempiendo di geometrie sia ambienti interni che esterni. Il processo creativo può durare da 1 a 3 settimane e generalmente lavora con una decina di collaboratori.

L’artista gioca con lo spazio e con le illusioni ottiche utilizzando specchi, metalli cromati, pietre preziose e vetri ottici. L’accumulo e la ripetizione dei cerchi gradualmente provoca confusione e vertigini nella mente dello spettatore, così da rendere particolarmente toccante l’esperienza sensoriale.

Ogni luogo è diverso e ispira la Drummen all’improvvisazione, niente è studiato a tavolino.

“L’atmosfera in realtà mi guida”, dice. “Posso controllare la luce, il percorso dei visitatori, i colori, e le dimensioni.” Alla ricerca della bellezza preziosa.

arhnhen-voor-site-c_1250
Arhnhen 2015
arnhem-voor-site-f_1250
Suzan Drummen ad Arnhem
drummen-02
Giochi di specchi, metalli cromati, pietre preziose e vetri ottici
drummen9
Psichedelia
vlissingen-j-voor-site_1250
Tappeti effimeri
drummen-09
Spettatori perduti nei dettagli dell’opera
drummen-2
Caleidoscopica Drummen

di Mirella Ippolito