Un funerale per la vita: dal Giappone uno scheletro di fiori

Certo che i giapponesi ne sanno sempre una più del Diavolo – ehm, scusate il gioco di parole, visto l’argomento, ma il senso è quello.
Dopo i terremoti di Sendai e del Tōhoku nel 2011, e i conseguenti maremoti, che costarono la vita a milioni di persone in Giappone, i funerali divennero all’ordine del giorno. Come in molte altre culture, i funerali giapponesi sono molto sobri e poco… colorati (per ulteriori dettagli consiglio vivamente la visione di “Departures” film giapponese di qualche anno fa e vincitore del Premio Oscar per miglior film straniero, in cui si descrive la preparazione del morto prima della cremazione con minuziosità commovente).

In questa tragica situazione, le pompe funembri di Nishinihon Tenrei hanno pensato di rivolgersi all’agenzia pubblicitaria di Tokio I&S BBDO per creare un manifesto in occasione di una fiera, che andasse contro la rigidità prevalente nel settore. Il risultato della collaborazione è questa splendida immagine di uno scheletro di fiori pressati che celebra il ciclo della vita, introducendo elementi di colore ed elementi della natura. Il manifesto ha avuto un tale successo che ha persino vinto un premio per il design dal 2013 One Club Awards.

Chissà che questa fantastica idea non riesca a cambiare una tradizione millenaria?

di Alessia Fabbri