Un ordine fatto ad arte

The Art of Cleanup
The Art of Cleanup

Ci sono molte cose, la maggior parte forse, intorno a noi, che non hanno un ordine, che sono disposte in modo del tutto casuale e questo non ci crea nessun imbarazzo, nessuno scompenso – tutto questo in una società in cui sembra che basti fare click perché tutto vada al suo posto, o nel posto che diciamo noi, insomma. Ma cosa succederebbe se tutto ciò potesse avere un ordine?

Ci ha provato Ursus Wehrli con “The Art of Cleanup: Life Made Neat and Tidy” (titolo originale: Kunst Aufräumen), una collezione ossessiva di immagini in cui l’autore ordina macchine, alimenti, piante, persone, giocattoli, ecc. per colore, forma e/o dimensione.

Paura e delirio: forse dovremmo arrenderci all’evidenza che non possiamo controllare tutto, eh?

The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup
The Art of Cleanup

di Alessia Fabbri