Viddy: la macchina fotografica senza obiettivo

Può sembrare strano ma la fotografia è nata con apparecchi che non avevano lenti: l’immagine ripresa era proiettata sullo sfondo di una camera oscura attraverso un forellino. La luce riflessa da ogni punto dell’oggetto inquadrato entrava nella fotocamera attraverso questo foro, andava a colpire il supporto sensibile alla luce, formando una piccola macchia che rappresenta quel punto dell’oggetto.
L’insieme di queste macchie luminose, riunendosi e sovrapponendosi marginalmente, formavano così l’immagine finale.

Oggi che siamo in piena era digitale ripercorrere questa strada può sembrare un fatto di moda o di controtendenza, ma finché ci aiuta imparare e riscoprire i principi base su cui si basano tutti fenomeni di trasmissione della luce ci va anche bene.

Chi volesse cimentarsi nella costruzione di un apparecchio a foro stenopeico può trovare molte guide online (per esempio questa). Se invece volete un (bellissimo) oggetto quasi pronto (solo da montare), vi segnalo Viddy: no, non la app, bensì la macchina bellissima e ad alto potenziale educativo creata dalla designer inglese Kelly Angood e lanciata qualche mese fa su Kickstarter.

Dopo alcune rifiniture che hanno risposto ai feedback ricevuti durante la campagna di crowdfunding questo piccolo concentrato di potenziale creativo è ora distribuito dall’azienda della Angood, The Pop-Up Pinhole Co.

Realizzata in carta riciclata e stampa serigrafica Viddy si monta facilmente in meno di 30 minuti e senza colla – come dimostra il video qui in basso – ed è compatibile con pellicole di medio formato o 35mm. Insomma, un regalo perfetto per gli appassionati di fotografia – di cui fa imparare i fondamentali – e del fai da te!

Introducing VIDDY, our latest do-it-yourself pinhole camera kit! from The Pop-Up Pinhole Co. on Vimeo.

Questi sono alcuni esempi di quel che si può fare con Viddy:

di Alessia Fabbri