Dimissioni sì, dimissioni no, dimissioni forse?

Diciamoci la verità, ieri sera aspettavamo un po’ tutte le dimissioni del Premier dopo l’incontro con Napolitano.
E invece no! Il Caimano resiste e con un atto quasi eroico decide di aspettare e di dare le dimissioni soltanto dopo il maxi emendamento da presentare entro il 20 novembre.
Mi viene un po’ da ridere, sopratutto dopo aver letto queste due righe su Repubblica.

Il premier dimissionario parla al GR1 Rai: “Ho anteposto gli interessi del Paese ai miei interessi. Ho garantito al capo dello Stato che dopo l’approvazione del maxi emendamento sono disponibile a dare le dimissioni. Chiedo il sì dell’opposizione”. “Chi ha votato contro ha tradito l’Italia”.

“Ho anteposto gli interessi del Paese ai miei interessi”??? Grazie, gentilissimo Premier (eheheheh), scusi se, solo per un momento, abbiamo pensato che questo lo avrebbe dovuto fare per l’intera legislatura invece di varare riforme e leggi ad personam.

Grazie veramente per tutto il suo operato e sopratutto per le grandi risate che ci ha fatto fare con le sue barzellette, i suoi sfotto’ e sopratutto per le belle figure all’estero. Probabilmente ci staranno prendono in giro anche nel terzo mondo!

Detto ciò, cosa succederà ora? Cosa verrà scritto nel maxi emendamento? E quando andremo alle elezioni, chi si candiderà per il centro sinistra?
Mi sento solo di dire… Ad maiora.

Tu cosa ne pensi?

di Silvia Viali

  • In questo articolo:
  • Focus