La Locanda dei Girasoli rischia di chiudere

Buongiorno ragazze, vorrei dedicare lo spazio dell’editoriale ad una mail che ci è arrivata in redazione con preghiera di diffusione.
Aiutateci a far girare questo articolo.

Pubblico di seguito la lettera a cuore aperto della nostra utente Chiara di Roma.

Ciao Bigodino.it,

ti mando questa lettera, sperando in una vostra pubblicazione e sperando che tanti utenti condividano l’articolo e coinvolgano tante altre persone. Ogni giorno mi imbatto in soggetti di natura varia (incluso mio padre), per i quali i social network (leggasi facebook, twitter e co) sono soltanto inutili invenzioni del nuovo millennio, sedi di gossip e di violazione della privacy, inutili perdite di tempo!

L’altro giorno avrei tanto voluto avere accanto mio padre e tutti i personaggi che la pensano come lui, per dimostrargli che i social network, mettendo in contatto diverse persone sparse nel mondo, possono smuovere montagne.
È proprio su facebook, infatti, che mi è saltata agli occhi la notizia che un ristorante di Roma chiamato “La Locanda dei Girasoli” era a rischio di chiusura.

locanda dei girasoli
locanda dei girasoli

Fin qui nulla di nuovo, in considerazione del fatto che la crisi ormai sta colpendo anche uno dei settori che fino a qualche anno fa era intoccabile, ovvero quello della ristorazione.

La differenza, in questo caso, lo fa il fatto che questo ristorante è stato aperto da un gruppo di genitori di ragazzi nati con la Sindrome di Down: Claudio,Valerio, Emanuela e Viviana che oggi ci lavorano come camerieri.

locanda dei girasoli
locanda dei girasoli

La notizia, che somigliava di più ad un accorato appello, è così potuta arrivare a tanta gente, in tante case, a persone influenti…forse..spero!
Personalmente appena l’ho letta, mi è stretto il cuore.

Non conoscevo “La Locanda dei Girasoli”, né tantomeno conosco i ragazzi che ci lavorano.

Ma sono madre e posso solo immaginare l’impegno, la forza di volontà che questi genitori hanno messo per creare questo luogo in cui i propri figli possano lavorare, incontrare gente, sentirsi attivi!

Aiutiamoli, spargiamo la voce, utilizziamo i potenti mezzi di comunicazione che ci sono offerti per far si che questa notizia arrivi a chi di dovere, a politici, a giornalisti che possano parlare a loro volta di questo posto evitando così la sua chiusura e che i girasoli pian piano appassiscano privi di luce.
Grazie, Chiara.”

Ragazze, che ne dite? Spargiamo la voce? Per ogni informazione aggiuntiva potete andare a visitare il sito ufficiale della “Locanda dei Girasoli”.

di Silvia Viali

  • In questo articolo:
  • WTF