Spuntino di mezzanotte per Babbo Natale

La tradizione tramandata dalle nostre famiglie racconta che Babbo Natale scenda giù dal camino, scarichi il suo grosso e pesante sacco di doni dalle sue spalle e lasci sotto l’albero tanti doni per i bambini buoni.
In Germania secondo un’antica tradizione i bambini lasciavano i propri stivali nei pressi del caminetto, riempendoli di carote, paglia o zucchero per sfamare il cavallo volante del dio Sleipnir. In cambio, Odino avrebbe sostituito il cibo con regali o dolciumi.
In Islanda invece ci sono ben 13 Babbo Natale perché la loro tradizione di doni a Natale è basata su 13 folletti i quali lasceranno ai bambini 13 regali, difficile preparare la colazione per 13 creature fatate!
Considerando che potrebbe esserci ancora qualcuno che crede a questa meravigliosa favola (tanta invidia) non vorremmo mica lasciare a bocca asciutta i 13 folletti o il vecchio signore dalla pancia grossa! Pensiamo quindi alla merenda da lasciare vicino l’albero.

1. Merenda per Babbo light

Nel caso in cui alla cena della viglia abbiate esagerato con il pesce o con i classici crostini salmone e limone, il nostro consiglio è di dire ai bambini che “Babbo Natale ha già visitato molte case, non vorremmo mica appensantirgli lo stomaco? Lasciamogli della frutta!”
Preparate così un piattino con dei mandarini e un bicchiere di effervervescente brioschi, ci ringrazierete!

Mandarino
Mandarini

2. Merenda abbondante

Se avete fatto una vera vigilia, vegliando e mangiando poco, allora potreste azzardare una fetta di panettone e un bicchiere di latte.

3. Merenda Intollerante

Se il Babbo Natale dei vostri bambini invece è intollerante al glutine, potreste sempre pensare di lasciare due fette biscottate senza glutine con un bicchiere di spremuta!

4. Merenda post sbronza

Se alla vigilia avete esagerato un pochino con il vino, e avete ancora da impacchettare qualche regalo rimasto alla fine, potete anche optare per un caffè “Amore di mamma, magari Babbo ha bisogno di rimanere sveglio un pochino, che ne dici se gli lasciamo un bel caffè?”

caffe
Un bel caffè

Ovviamente dovete mangiare tutto quello che lascerete per il buon caro vecchio Babbo Natale, cercate così di guidare le scelte dei bambini, il segreto ovviamente è non finire tutto e lasciare delle tracce del banchetto predisposto, quindi:

– sbucciate il mandarino ma non gettate le bucce, lasciatele sparse sotto l’albero,
– bevete un po’ di latte o di spremuta e lasciatene un sorsino alla fine,
– lasciate qualche mollichina in giro per il tavolo ma cosa molto più importante, che potrebbe fare la differenza (dipende molto dall’età dei bambini) lasciate loro un biglietto di ringraziamento da parte di Babbo Natale, in cui scrivete, voi Babbo Natale, che avete molto apprezzato il gesto d’affetto e che vi rimarrà nel cuore per sempre.

Sono cose sciocche, a cui magari non si pensa, ma questi gesti rendono per i più piccoli il Natale ancora più reale e coinvolgendoli in questo modo, si insegnerà loro anche la gratitudine. Piccole cose, ma intense e genuine.

di Alessia Mariani