L'Ora della Terra: il 28 marzo si spengono le luci per salvare il pianeta

“Cambiare il cambiamento climatico”.
E’ questo lo slogan dell’Earth Hour – Ora della Terra, l’evento mondiale, nato nel 2007 a Sydney, che il 28 marzo vedrà il globo al buio per un’ora in nome della salvaguardia dell’ambiente.

Finora sono oltre 300 gli spegnimenti previsti in Italia, che coinvolgono monumenti e sedi istituzionali. Dalle 20.30 alle 21.30, l’ora di buio farà il giro del mondo in 24 ore partendo dal Pacifico.

Tra le altre città coinvolte:

Torino aderirà la con la Mole Antonelliana e la Chiesa della Gran Madre di Dio

Venezia anche con Piazza San Marco

Bologna con Palazzo d’Accursio

Firenze con Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio e la statua del David

Roma con la Basilica di San Pietro, il Colosseo, Piazza del Campidoglio e quest’anno anche con l’Ambasciata d’Austria

Napoli con il Maschio Angioino e Piazza del Plebiscito

Palermo con il Teatro Politeama, il Teatro Massimo e Piazza Pretoria

L’intento è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica alla scelta di un futuro sostenibile che rinunci alla dipendenza dalle fonti fossili.
Un invito raccolto anche nello spazio dall’astronauta Samantha Cristoforetti, che ha già postato una foto che la ritrae nella Stazione Spaziale Internazionale con il cartello “Change climate change”.

Via tgcom24

di Eliana Avolio