Riciclo creativo: come riutilizzare i regali di Natale

Articolo scritto da Claudia del blog Diariodime

Il Natale è un’arma a doppio taglio, avvicina le persone o le divide completamente per via dei gusti totalmente opposti.
I regali di Natale sono una grande responsabilità, e il mistero che li avvolge viene puntualmente svelato durante il rito dello spacchettamento: i vostri amici/fidanzati/parenti/suocere avranno fatto la scelta giusta?

Partendo dal presupposto che il Natale dovrebbe essere una festa dei sentimenti, della gioia e non della mera commercializzazione merceologica facendo i conti con la realtà sappiamo benissimo che anche il regalo gioca la sua parte.
Se doveste ricevere quello sbagliato (ma proprio tanto sbagliato!) non andate nel panico, seguite i nostri tutorial e riciclatelo!

MAGLIONE DI LANA -> CUSCINO PER CANI

Il classico maglione di lana con le renne, per intenderci.
Se la persona che vi ha fatto il regalo è molto vicina a voi, potete provare a chiedere lo scontrino (in genere per Natale i negozi emettono due scontrini, uno con prezzo e l’altro senza, proprio per eventuali cambi), magari alludendo al fatto che la taglia è sbagliata. Poi, casualmente, il negozio avrà esaurito la taglia giusta, ma in compenso avrà un altro capo altrettanto bello!

Oppure, se siete persone creative, potete cimentarvi con ago e filo e realizzare una calda e comoda cuccia per il vostro gatto o cagnolino. Un tutorial dove prendere spunto lo potete trovare ad esempio qui

Riciclare un maglione non gradito
Riciclare un maglione non gradito

.

SERVIZIO DA CAFFE’ -> SOTTOVASI

Ad esempio, un servizio da te o da caffè, in stile ottocento, che non usereste mai, lenzuola o asciugamani dai colori e fantasie improponibili. Teneteli come “servizio da battaglia” da tutti i giorni. Oppure, per quanto riguarda il set di tazzine, da utilizzare solo quando invitate in casa la persona che ve le ha regalate. O ancora meglio, fateci giocare vostro figlio di 2 anni.
Un’idea alternativa invece la potete trovare cliccando qui, dove tazzine da the possono diventare dei simpatici portavasi per piantine.

Riciclare un set di tazzine non gradito
Riciclare un set di tazzine non gradito

REGALI DOPPI -> VENDITA USATO

Vi hanno regalato una cosa che avevate già. Dipende se si tratta di qualcosa che si può avere anche doppia (ad esempio una maglietta) oppure no (ad esempio un ebook reader). Anche qui, se siete in confidenza potete chiedere di cambiarlo.
Altrimenti, se è proprio uguale a quello che avete già, potete rivenderlo, anche su internet, su siti come ebay, riciklo o simili.

Riciclare un regalo doppio
Riciclare un regalo doppio

FOULARD -> BRACCIALE
Foulard dai colori e fantasie improbabili.
Anche questi regali possono essere facilmente riciclati, ed essere riadattati in vari modi.
Una collana gioiello, ad esempio, come suggerito al tutorial che si trova qui.
Oppure ancora, possiamo farlo diventare un bracciale a cui attaccare un orologio, come suggerito a questo link, in cui si possono trovare anche tante altre idee su come riciclare vestiti vecchi o che non ci piacciono (una camicia può diventare un grembiule da cucina, oppure una cravatta un portacellulare).

Riciclare un foulard non gradito
Riciclare un foulard non gradito

VARIE ED EVENTUALI

Un paio di calze color carne effetto nonna.
Da riutilizzare subito come stracci per la polvere e le ragnatele. Oppure ancora le persone che riciclano i campioncini regalo delle profumerie, facendoteli passare come un cesto di cosmetici vari.
E non manca neanche quello che ti impacchetta le sorprese che si trovano nell’Happy Meal. E in questo caso, forse è meglio riciclare direttamente l’amico che te lo ha regalato.

Cosa fare per non trovarsi più nella condizione di dover mentire di fronte ad un regalo che non incontra i nostri gusti?

Mettersi a piangere sembra una cosa sconveniente, anche se in alcuni casi…ma no! Non si piange, si deve solo scegliere da che parte stare: una bugia bianca o la sincerità?

A Natale, si sa, si diventa tutti più buoni, ma ricordatevi che le vostre reazioni determineranno i regali futuri!

Stampatevi un bel sorriso in faccia, cercando di rimanere impassibili, e dite un bel “Grazie!”.

Evitate frasi del tipo “è proprio quello che volevo”, “non desideravo altro”, perché se no poi, se l’anno prossimo vi trovate un altro regalo simile, non lamentatevi.
Un grazie è più che sufficiente.
Infine, siccome prevenire è sempre meglio che curare, per il prossimo anno giocate d’anticipo e proponete voi una lista di regali che vi piacerebbe ricevere. Mettete da parte il romanticismo della sorpresa, e passate al lato pratico.
Ricordate di essere precise nella vostra lista.
Scrivete il nome del regalo, e affiancatelo a una foto presa da internet, oltre che al nome del negozio più vicino che lo rivende.
Giusto per evitare qualsiasi tipo di errore.

E date almeno un paio di alternative, così da lasciare lo stesso un minimo di scelta e di effetto sorpresa!

Buon Natale!

di Redazione