5 persone anormali realmente esistite

La genetica rimane un mistero. Ciò che oggi viene visto come qualcosa di ripugnante, in passato ha reso alcune persone dei veri e propri fenomeni.

Ella Harper, la “donna cammello”

Ella nacque con una rara malformazione ortopedica che le fece crescere le gambe al contrario. Durante la sua vita si esibiva al circo, guadagnando cifre altissime per l’epoca. Visse dal 1870 al 1921.

Ella Harper, la “donna cammello”
Ella Harper, la “donna cammello”
Ella Harper, la “donna cammello”
Ella Harper, la “donna cammello”

Fannie Mills, “The Ohio Big Foot Girl”

Fannie soffriva della malatia di Milroy che le fece crescere a dismisura i piedi. Misuravano circa 45 cm.

Fannie Mills, “The Ohio Big Foot Girl”
Fannie Mills, “The Ohio Big Foot Girl”
Fannie Mills, “The Ohio Big Foot Girl”
Fannie Mills, “The Ohio Big Foot Girl”

Maurice Tillet, “L’angelo francese”

Maurice è stato due volte campione dei pesi massimi di boxe, inoltre negli anni ’40 fu anche attore cinematografico. Da ragazzino gli fu diagnosticata l’acromegalia, che gli causò una crescita eccessiva delle ossa.

Maurice Tillet, “L’angelo francese”
Maurice Tillet, “L’angelo francese”
Maurice Tillet, “L’angelo francese”
Maurice Tillet, “L’angelo francese”

Francesco Lentini, “The Great Lentini”

Francesco nacque in Sicilia nel 1889 e successivamente si trasferì negli USA, dove divenne famoso. Aveva una terza gamba completamente funzionante, dovuta al risultato di una operazione di separazione dal suo gemello siamese. Oltre a tre gambe, Lentini aveva due organi genitali.

Francesco Lentini, “The Great Lentini”
Francesco Lentini, “The Great Lentini”
Francesco Lentini, “The Great Lentini”
Francesco Lentini, “The Great Lentini”

Jean Libbera, “L’uomo dal doppio corpo”

Jean aveva un gemello parassita attaccato al suo petto. Raggi X hanno evidenziato come una piccola testa della circonferenza di 15 cm era all’interno del corpo di Jean. Diede anche un nome al gemello, Jacques.

Jean Libbera, “L’uomo dal doppio corpo”
Jean Libbera, “L’uomo dal doppio corpo”

di Eliana Avolio