Baby squillo: il marito della Mussolini è tra gli indagati

La notizia ha dell’incredibile. La senatrice Alessandra Mussolini si è sempre apertamente schierata contro la pedofilia, chiedendo per i colpevoli più volte la castrazione chimica.
Adesso però è proprio il marito ad essere indagato con l’ipotesi di prostituzione minorile.
Mauro Floriani era già stato individuato esaminando i tabulati dei cellulari delle due ragazzine di 16 e 14: dal suo telefonino, infatti, erano partiti messaggi e chiamate per programmare gli incontri con le minorenni.
Il marito della Mussolini si è presentato davanti ai Carabinieri spontaneamente per chiedere di essere interrogato.
Per la procura, Floriani, come gli altri venti iscritti sul registro degli indagati, era consapevole che le ragazzine non erano maggiorenni, ma avrebbe pagato lo stesso per stare con loro intimamente.

di Eliana Avolio