Le rivelazioni su Balotelli e Cassano fuori di testa: ecco perché l'Italia ha perso i Mondiali

Balotelli e Cassano
Balotelli e Cassano

L’Italia ha perso perché la squadra non era unita. Questa è la verità.
Le separazioni, le nuove unioni, i flirt, i matrimoni: i calciatori erano troppo coinvolti dalle loro vite private per potersi concentrare in campo. E il risultato si è visto.
A testimoniare questa mancanza di attenzione è stato il manager del resort di Mangaratiba, che ha ospitato gli azzurri durante la loro breve permanenza in questo Mondiale:
«La sensazione di tutti è che mancasse lo spirito che deve accompagnare la preparazione ad una Coppa del Mondo, forse sarebbe stato un po’ diverso senza le famiglie».
In particolare di Cassano e Balotelli il manager ammette in un’intervista tv:
«Balotelli lo vedevo anche qui in villaggio staccato dalla squadra e con lui anche Cassano.
Cassano è scatenato, è uno che non ci sta con la testa… Un giorno una ragazza è andata nella sua stanza per fare le pulizie e lui ha cominciato a sgridarla ad alta voce…».
Tra i “veterani” Buffon era quello più sereno, forse il più concentrato, nonostante il triangolo amoroso che si porta dietro ormai da tempo.
Peccato perché da solo Buffon non poteva nulla: per vincere serviva un gruppo unito!

di Eliana Avolio