Belen Rodriguez: "Cammino sempre guardando per terra. E mi perdo tutto, mi perdo il mondo."

Essere un personaggio famoso, tanto amato quanto odiato, non è sempre facile. Molti di noi probabilmente metterebbero la firma per vivere la loro vita fatta di notorietà, soldi e successo.
Ma dietro questa “grande bellezza” c’è un duro prezzo da pagare e Belen Rodriguez, in un’intervista al settimanale Grazia, spiega proprio questo:
La mia carriera l’ho costruita sulla mia bellezza. Lo ammetto, perché amo le persone che parlano con sincerità. Sono partita da lì e sono stata molto fortunata. Adesso però sono schiava del mio personaggio. E questo è un prezzo caro, molto caro da pagare. Non voglio farne una tragedia, ma vorrei riuscire a spiegarle che cosa vuol dire uscire di casa e sapere che tutti, ma proprio tutti, sanno chi sei. E tutti, ma proprio tutti, hanno un pregiudizio (magari buonissimo) su di te.
Non c’è una strada alternativa, non c’è scelta. Così, io, cammino sempre guardando per terra. E mi perdo tutto, mi perdo il mondo. L’ho capito, con una intensità devastante, l’estate scorsa in Argentina, dove ho fatto una meravigliosa vacanza con Santiago e Stefano. Lì non mi conosce quasi nessuno e io ho ricominciato a guardare in faccia le persone, a osservare le case, le strade… È stato stupendo.

Nel mio mondo non puoi permetterti di perdere un treno. Se non torni subito al lavoro, mettono un’altra al tuo posto. E poi magari è più brava di te. E la riconfermano. E tu rimani a piedi.
Possiamo vivere in un castello oggi. E trovarci, domani, senza i soldi per pagare un monolocale. Siccome io so bene che cosa sia la povertà, risparmio e faccio ragionamenti sul mio futuro.

di Eliana Avolio