Beppe Grillo e Nigel Farage: avranno parlato di sessismo, razzismo o xenofobia?

grillo farage
grillo farage

E’ apppena tornato da Bruxelles Beppe Grillo, dove ieri ha incontrato Nigel Farage, capo del partito indipendentista britannico Ukip, che ha recentemente vinto in Gran Bretagna alle elezioni europee.
Se in questa foto sembrano due allegri gitanti di comitive organizzate, la vicinanza di Beppe Grillo a Nigel Farage non è altrettanto rassicurante. Il partito antieuropeista Ukip, nato da una scissione dei Tories, ha stravinto alle ultime elezioni europee, superando conservatori e laburisti, incarnazione del sogno che si erano fatti Grillo e il suo M5S in Italia con #vinciamonoi. Farage e il suo Ukip portano avanti una politica liberista, con accuse di xenofobia (gli stranieri sono causa della disoccupazione tra i cittadini del Regno) ed estremismi in materia di immigrazione come la chiusura sull’ingresso di nuovi stranieri – anche comunitari – sul suolo britannico, esternazioni razziste che negli anni hanno stigmatizzato gli abitanti di paesi immigrati (Polacchi, Rumesi, Albanesi e Bulgari tra i principali) come la controversa intervista alla LBC Radio in cui Farage disse che si sarebbe “preoccupato” se un gruppo di romeni si fosse trasferito accanto a lui, dichiarazione poi ritrattata per le accuse di razzismo ricevute. Eclatanti le dichiarazioni sessiste sulle donne in maternità sul lavoro di Farage per cui “le impiegate madri lavoratrici valgono meno degli uomini” o altri esponenti di Ukip, come Godfrey Bloom secondo cui alle donne non spetterebbe paga durante la maternità. Nigel Farage fece parlare di sè quando non si unì alla standing ovation al principe Carlo nel suo discorso al Parlamento Europeo nel 2008, di fatto mostrandosi come il primo politico britannico irriverente verso la figura del principe e della monarchia da lui rappresentata. Seppur con understatement tipicamente britannico, suonava anche quello come un implicito Vaffa…. Dovremmo temere un asse M5s-Ukip nei mesi a venire?

di Ilaria Danesi