Lino Banfi contro le dichiarazioni shock di Sting

Lino Banfi
Lino Banfi

Dopo le recenti dichiarazioni di Sting è scoppiato il putiferio.
Il cantante ha deciso che non lascerà l’eredità ai suoi figli. Nemmeno un centesimo.
E badate bene, qui parliamo di soldi veri: Sting ha un patrimonio che ammonta a circa 160 milioni di sterline, ovvero 200 milioni di euro e oltre 300 milioni di dollari, ma i suoi sei figli non vedranno nemmeno un soldo. Il perché di questa decisione? Devono lavorare!

“Ho spiegato ai miei figli che non ci sarà molto denaro da parte perché lo sto spendendo. Abbiamo molte spese, quello che entra viene subito utilizzato.
Devono lavorare. Tutti i miei figli lo sanno e raramente mi chiedono del denaro. Per questo li apprezzo e rispetto. Ovviamente sono pronto ad aiutarli se dovessero avere dei problemi ma fino a oggi non è mai successo. Devono sapere che per avere successo devono contare solo sulle loro capacità. Certamente non lascerò loro fondi fiduciari”.

Parole forti, ma condivise dalla maggior parte dei media italiani ed internazionali che hanno innalzato l’ex frontman dei Police a modello per ogni genitore.

C’è qualcuno però che non ha molto apprezzato le dichiarazioni di Sting. Si tratta di Lino Banfi che, in una breve intervista rilasciata a Il Messaggero, sottolinea le ragioni per cui quella del cantante sarebbe una scelta davvero folle, anzi, inammissibile:

Perché i figli sono i destinatari naturali dei frutti del nostro lavoro. Privarli dei beni materiali è inammissibile e si giustifica solo se hanno dimostrato inequivocabilmente di volerli sperperare.

Voi da che parte state?

di Eliana Avolio