Marco Bocci e Laura Chiatti: un matrimonio blindatissimo

Un matrimonio blindato. Ma che dico, blindatissimo, tanto da non consentire nemmeno ai più curiosi di intravedere la sposa.
Sabato scorso Perugia è stata completamente transennata per consentire il passaggio esclusivo dei (soli) 400 invitati al matrimonio di Marco Bocci e Laura Chiatti.
L’auto con la sposa e con a bordo Riccardo Scamarcio si è infilata seduta stante nel chiostro dell’abbazia di San Pietro sfuggendo agli sguardi di tutti; lo sposo, invece, è arrivato una ventina di minuti prima alla guida lui stesso di una jeep nera: alla vista dei curiosi ha abbassato il finestrino salutando con la mano.

Tra gli invitati avvistati c’erano Carlo Verdone, Alberto Aquilani con Michela Quattrociocche, Francesco Mandelli, Luca Argentero, Andrea Sartoretti e Francesco Montanari.
Non avendo molte foto e dettagli da commentare, l’attenzione cade su un unico particolare: lo sapevate che Marco di cognome non fa Bocci, ma Bocciolini?

di Eliana Avolio