Masterchef, parla Stefano Callegaro: non ero un cuoco professionista

Le accuse al programma di Striscia la Notizia erano state molto chiare.
Stefano Callegaro, vincitore della quarta edizione di Masterchef Italia, non poteva partecipare al programma perché:

– ha lavorato nel ristorante StiGusti di Porto Viro
– ha lavorato anche nel ristorante Ofiziàl di Adria
– ha tenuto un corso di cucina sulle tecniche di cottura a bassa temperatura
– ha tenuto corsi di cucina per la scuola “Cotto per te” di Bologna
– ha avuto esperienze professionali in hotel come Excelsior e Danieli, stando alla rivista Consumatori della Coop.

Stefano Callegaro
Stefano Callegaro

Dopo qualche giorno di silenzio, però, il vincitore di Masterchef ha deciso di parlare e sulla sua pagina ufficiale ha dichiarato:

– di aver fatto la scuola alberghiera e “due stage d’estate più 20 giorni di prova in una pensione di Forlimpopoli”. I ristoranti sono quello del campeggio di Rosolina Mare e Da Checo di Lido di Volano;

– di aver collaborato col Gambero Rosso e con Telesanterno, ma precisa che il corso di cucina citato dalla rivista Coop si è svolto in un circolo per anziani dove ha fatto volontariato;

– di aver lavorato al ristorante Ofiziàl, ma solo dopo la registrazione di Masterchef, “da Ottobre a Dicembre 2014″;

– di non avere una scuola di cucina;

– di non aver lavorato al ristorante StiGusti;

– di non avere esperienze nei grandi alberghi veneziani.

E chiude così:

“Proprio perché credo che la mia vittoria sia stata in realtà la vittoria di molti, vi voglio dire ancora una volta con forza che quello che mi sta più a cuore è la vostra opinione. Qualsiasi sia, nel bene e nel male, ma che mi sono conquistato mostrandomi a Voi.”

Nella pagina ufficiale di Masterchef si legge che non esistono violazioni del regolamento, per essere escluso dal programma Stefano avrebbe dovuto lavorare sei mesi in una cucina, retribuito. E questo non l’ha mai fatto.

di Eliana Avolio