Sara Tommasi convertita: "Ora basta con gli insulti"

E’ difficile tagliare i ponti col passato, soprattutto quando si tratta di trascorsi così eclatanti che difficilmente si lasciano dimenticare.
Eppure Sara Tommasi continua la sua battaglia contro l’alcool e la droga e si dedica esclusivamente alla preghiera.
Ma gli insulti continuano, le critiche per questo suo improvviso cambiamento anche. E lei ha voluto dire qualcosa alle persone che le rivolgono appellativi poco edificanti sui social a causa del suo nefasto passato forse ancora un po’ troppo recente.
Su Facebook scrive:
Prima di andare a nanna vorrei dirvi: Ho sbagliato nei confronti della mia famiglia, ho sbagliato nei confronti dei miei amici e in quelli del mio ex-fidanzato, ho sbagliato nei confronti dei miei fans, ma soprattutto ho sbagliato nei miei di confronti. Non mi amavo e non mi rispettavo, parte dovuto alla mia malattia e parte dovuto a uno stile di vita sregolato. Vi posso assicurare che non c’è giorno che passa per il quale non provo vergogna.
Ricevere tutti questi insulti da alcuni di voi mi rattrista molto.
Lo so che delle semplici scuse non possono cancellare il mio folle passato, ma sto cercando in tutti i modi di farmi vedere come una persona nuova e riconquistare la fiducia delle persone che mi sostengono.
Chiederei cortesemente a coloro che mi insultano forse perchè non constatano il mio cambiamento o forse perchè non conoscono il perdono di levare il like dalla fanpage; in caso contrario d’ ora in poi provvederò io stessa a bloccarvi.
Grazie.
Dolce notte a tutti.
Sara.

di Eliana Avolio