Sara Tommasi: in manette i produttori del film a luci rosse

L’agenzia Agi rivela che le due persone in questione sono state fermate “dai carabinieri di Salerno su mandato del gip perche’ responsabili di abusi sessuali sulla showgirl, Sara Tommasi, con l’aggravante di averle fatto assumere cocaina”.
Il produttore e l’organizzatore, approfittando della fragilita’ psicologica della ternana, la convinsero nel settembre 2012 a realizzare un film a luci rosse, in un albergo del salernitano, a Buccino, somministrandole anche la neccesaria dose di droga per realizzare le scene. La pellicola, che porta per titolo Confessioni private, è stata sequestrata ed è ancora al vaglio degli inquirenti per le verifiche del caso.

Che certa gente finisca in carcere va benissimo, ma che si possa pensare che l’abbiano costretta a girare un film porno, grazie anche al quantitativo di droga somministratole mi sembra assurdo.
La Tommasi ha dimostrato più e più volte di essere “fuori di testa”, di godere di squallide esibizioni solo per il gusto che se ne parli. La droga non c’entra nulla secondo me, il problema è ben più radicato.

Scopri tutte le altre notizie di gossip!
Aggiunti al tuo lettore di RSS le notizie di gossip di Bigodino.it!

di Eliana Avolio