Sara Tommasi: spunta il suo nome tra le escort pagate ai politici

Nell’inchiesta in Sicilia, condotta dalla Guardia di Finanza di Palermo, è uscito fuori che venivano pagati viaggi ed escort ai politici con gli stessi soldi che la Regione avrebbe dovuto investire per la formazione.
Lo scandalo ha portato all’arresto di 17 persone, tra cui il manager Faustino Giacchetto, finito in carcere insieme alla moglie e alla segretaria.
Il Fatto Quotidiano riporta anche il nome di Sara Tommasi, tra le escort che venivano pagate da Giacchetto:

Giacchetto avrebbe offerto ad alcuni politici anche la compagnia di alcune escort. In alcuni casi è rimasta addirittura traccia dei pagamenti effettuati alle accompagnatrici con regolare fattura. Il caso più eclatante è quello di Sara Tommasi, al quale il guru della comunicazione fece destinare 3 mila euro il 30 luglio del 2010 dal conto corrente della Media Center, una delle società del suo network. Ad Angelo Vitale, legale rappresentante della Media Center ma in realtà uno dei suoi assistenti, Giacchetto disse che si trattava del pagamento per un servizio fotografico. “Poi – racconta Vitale agli inquirenti – chiesi notizie al Giacchetto che mi fece intendere che non si trattava di un servizio fotografico, ma di un pagamento per delle prestazioni di altra natura”. Rimane solo da capire chi ne usufruì

Questa è la realtà. Ormai non mi stupisce più una notizia del genere. I politici non si accontentano dei loro portafogli belli pieni, devono rubare anche dalle nostre tasche. E noi che li continuiamo a votare…

di Eliana Avolio