Valeria Marini e Giovanni Cottone: un matrimonio mai consumato

Scioccanti le rivelazioni di Valeria Marini sulla crisi del matrimonio con Giovanni Cottone.
La showgirl, al compimento dell’anniversario, avrebbe chiesto la separazione dal marito perché il matrimonio non è mai stato consumato.
Sembra assurdo, eppure è questo che afferma.
In un’intervista al Corriere della sera la Marini spiega che la rottura del loro rapporto ha radici più profonde, che vanno al di là dei guai finanziari del marito, per i quali lei ha sempre cercato di sostenerlo, anche economicamente. Il vero fatto è che loro una vita matrimoniale non l’hanno mai avuta.
«Sono stata ingannata. Mancavano ormai da troppi mesi fiducia, serenità, condivisione: si erano rotti gli equilibri per costruire la famiglia che ho sempre desiderato e sognato. Ecco perché chiederò l’annullamento del matrimonio alla Sacra Rota».

Non mancano le battute a riguardo. La prima a farsi sentire è stata Selvaggia Lucarelli con un post sul suo profilo Facebook:

Dure sono state le parole del marito ad Rtl 102.5 che smentirebbe quanto dichiarato dall’ex consorte:
“Questa è una bufala alla Marini, smentisco assolutamente, anzi anche abbondantemente. Questa sua dichiarazione è lesiva, diffamatoria e irreale. Mi riservo di difendermi nelle sedi più giuste. Siamo stati insieme 8 anni, abbiamo consumato anche la sera stessa del matrimonio, abbiamo avuto modo. Siamo molto lontani dal chiedere l’annullamento… Cancellando tutto lei può avere la possibilità di rifare un altro show, come quello che ha già fatto”.

Come andrà a finire?

di Eliana Avolio