10 città insolite d’Italia che dovresti visitare

L’Italia è uno scrigno infinito di bellezze da vedere almeno una volta nella vita. Invece che limitarci alle mete più famose del territorio, andiamo alla scoperta delle città più insolite. Skyscanner ha stilato una lista dei luoghi in cui vale la pena fare una capatina, dalle grandi alle piccole città, da quelle  medievali e barocche a quelle arroccate su alte montagne o lungo coste assolate. Ecco le 1o mete italiane da non perdere.

1 COURMAYEUR, Aosta

Se vi piace la montagna, questo è il luogo ideale. Il Monte Bianco è il massiccio più alto d’Europa che sovrasta Courmayeur. E’ da vivere sia d’inverno con i suoi 100 km di piste innevate, sia d’estate con i suoi percorsi di trekking in Val Veny e Val Ferret. Potete fare un giro a bordo delle cabine rotanti della funivia SkyWay per vedere le Alpi,  il giardino botanico e poi scendete a valle per un giro di shopping in Via Roma. Potete anche rilassarvi presso le Terme di Pré-Saint Didier.

2 ORTA SAN GIULIO, Novara

Si tratta di uno dei borghi più belli d’Italia e Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Orta San Giulio sorge sulla sponda orientale del Lago d’Orta. E’ un abitato pittoresco che regala scorci unici come da Piazza Motta da cui si vede la sua dirimpettaia e pittoresca Isola di San Giulio. Qui le strade sono chiuse al traffico e si possono vedere portici antichi e freschi ippocastati camminando a piedi. La cucina è a base di riso e vino, da degustare nelle taverne tipiche del centro.

Orta
Orta san Giuliano

 

3 CIVIDALE DEL FRIULI, Udine

A Cividale del Friuli si trova fiume Natisone dove troneggia il Ponte del Diavolo che secondo la leggenda, fu costruito dopo che i cividalesi chiesero aiuto al demonio. Questo ponte quattrocentesco è il simbolo della città. Presso il centro storico medievale, non perdetevi il Tempietto Longobardo.

Cividale
Cividale del Friuli

4 FONTANELLATO, Parma

Vcino a Parma si trova l’antichissima Fontanellato, Bandiera Arancione del Touring Club tra i “Borghi più belli d’Italia” e intitolata “Città d’Arte e Cultura” e “Città Slow”. Gran parte della sua fortuna si deve alla Famiglia Sanvitale che gli regalò nel 1300 la fantastica Rocca circondata da verdi fossati. Nella stanza di Diana e Atteone potrete  ammirare gli affreschi del Parmigianino.

5 TRANI, Barletta-Andria-Trani

Trani è famosa per il marmo, il moscato e per la Cattedrale sul mare. È lei la massima espressione del Romanico pugliese con il grande rosone sulla facciata, il portale bronzeo e la torre campanaria.  Inoltre il suo borgo antico ospita il quartiere ebraico con le sinagoghe, il porto con gli eleganti palazzi nobiliari e il Castello di Federico II di Svevia.

6 BARUMINI, Medio Campidano

Nella storica regione centrale della Marmilla si trova  “Su Nuraxi”, l’antico villaggio nuragico, patrimonio UNESCO dal 1997. Il sito fa parte del territorio di Barumini, un piccolo borgo in provincia di Medio Campidano, che si raggiunge da Cagliari e da Oristano. Il luogo è anche famoso per il suo centro storico, le distese di sugheri al sole e i cavallini nani della Giara.

barumini
Barumini

7  SAN CASCIANO DEI BAGNI, Siena

Qui a San Casciano dei Bagni sgorgano ben 42 sorgenti a una temperatura di 40 gradi. E alle pendici del Monte Cetona sono sorte da un antico portico mediceo le eleganti terme Fonteverde, per un relax a stretto contatto con la natura. Ma la zona dell’olio buono e della carne Chianina è anche famosa per le bellezze del suo borgo.

8 BURANO,Venezia

Insieme a Murano, Burano fa parte della Laguna di Venezia, patrimonio UNESCO dal 1987. In tutte le classifiche internazionali è classificata come località tra le più colorate al mondo. Le sue casette variopinte si riflettono sulle acque verdi dei suoi canali, tra le quali si fa notare il famoso campanile storto, le reti dei pescatori colme di pesci e una tradizione secolare del merletto.

Burano
Burano

9 DERUTA, Perugia

Deruta è la città degli artigiani che creano il meglio dell’oggettistica in ceramica. Si potranno visitare il Convento San Francesco, in Piazza dei Consoli, sede del museo cittadino più noto nella regione – quello della ceramica.  E’ possibie esplorare il centro a piedi e fare tappa in una delle tante locande tipiche per provare un piatto di cucina tradizionale a base di tartufo.

10 GENGA, Ancona

Questo piccolo borgo delle Marche è quello che ospita le celeberrime Grotte carsiche di Frasassi, scoperte negli anni ’70 dal gruppo Speleologo Marchigiano CAI di Ancona. Qui potete ammirare un mondo sotterraneo fatto di stalattiti e stalagmiti. La prima caverna che incontrerete, l’Abisso Ancona, è  grande tanto da poter contenere l’intero Duomo di Milano! Visitate il bellissimo Tempio del Valadier e non dimenticatevi do scoprire il paesino.

 

Fonte: skysanner.it

di Marianna Feo