10 cose da non fare quando si è a letto col partner per non farlo fuggire

A letto col partner va bene essere originali e divertenti, ma ci sono alcune cose che non conviene fare per evitare che il nostro lui fugga a gambe levate da noi. Ci sono cose che si fanno e cose che non si fanno, soprattutto se il rapporto è all’inizio e dovete ancora conoscere bene il vostro partner. Quindi andiamo a vedere dieci cose da non fare a letto per evitare fughe precipitose del partner e situazione a dir poco imbarazzanti:

1) urlare e sbraitare: d’accordo, magari c’è a chi piace, ma la maggior parte degli uomini non gradisce vocalizzazioni eccessive. State facendo l’amore, non siete al mercato a vendere il pesce. Gridolini sì, urla isteriche e sguaiate no. Corollario: vietato anche ridacchiare di continuo come adolescenti, non vorrete sembrare delle immature?

2) parlare di cose quotidiane: magari siete nel bel mezzo dell’amplesso e gli ricordate che deve ancora andare in Posta a pagare quella bolletta. O gli chiedete se si è ricordato di portare giù la spazzatura. Che belle frasi romantiche!

Ciao, cara, scusa, un impegno improvviso, devo scappare...
Ciao, cara, scusa, un impegno improvviso, devo scappare…

3) puzzare: a nessuno piace l’odore di sudore o di parti intime non lavate. Non fatevi prendere dai romanzo “Il suo odore forte…”, no, nella realtà quella è solo puzza e mancanza di igiene

4) assicuratevi che anche lui voglia essere estroso: prima di provare pratiche particolari, magari chiedetegli se è d’accordo. Vedervi di punto in bianco un frustino in mano potrebbe farlo scappare a gambe levate. E magari la Nutella non gli piace e doverla togliere dal vostro corpo per lui è un grosso fastidio

5) imprecare come camionisti: d’accordo, forse volevate fargli notare quanto siete disinibite, solo che avete esagerato con le sconcezze e più che una pantera sensuale sembrate un camionista infoiato bloccato nel traffico

6) mordere: non a tutti piace, quella è un’altra cosa che nei romanzi rosa sembra una figata, ma quando poi ti ritrovi il segno della dentiera addosso forse non è così piacevole

7) mutismo: da un estremo all’altro. C’è chi vuole apparire sguaiata, c’è chi vuole apparire misteriosa. E finisce per non emettere un suono, non un sospiro, anche lo sguardo è sempre fisso e gelido. Come fa a capire se quello che sta facendo vi va bene se avete la stessa espressione di quando fate la Settimana Enigmistica?

8) naturismo: può capitare una volta di non essersi depilate, ma di sicuro a lui non fa piacere andare a letto con un orango tango. E non mi riferisco solo alle parti intime: anche quei peli sotto le ascelle e sulle gambe smorzerebbero l’impeto del latin lover più sfrenato

9) suggerimenti: d’accordo dargli qualche indicazione su ciò che vi piace, ma evitate di dirgli “Il mio ex mi faceva questo”, l’ex non deve mai e poi mai essere nominato

10) spettatori: cortesemente, cani, gatti e pappagalli via dalla stanza, i guardoni anche se animali non piacciono. E via anche le foto appese dell’ex o del marito defunto. Evitate anche statue giganti della Madonna che vi fissano mentre siete a letto

11 – bonus) strani rituali: che siate Wiccan, seguiate strane filosofie orientali o cose affini, se lui non è sul vostro stesso piano mentale, evitate strani rituali, potrebbe pensare di essere finito in una setta o di star per andare a letto con una psicopatica dalle strane manie. Evitate anche di ammosciarlo con pipponi su questioni etiche, politico, sociali e ambientali: non sono discorsi che stimolano il romanticismo

Foto: FlickrFlickr

di Laura Seri