10 regole per viaggiare low cost

 

Internet è ormai stracolmo di titoli di questo genere e guide su come viaggiare low cost, organizzare un viaggio risparmiando, girare il mondo senza spendere un patrimonio, quindi vi starete chiedendo perché altre righe perse dietro a questo concetto!
Probabilmente per il fatto che non a tutti è chiaro e che spesso, veramente molto di frequente, prenotando miei voli o soggiorni, mi sento chiedere “Ma come fai”, “Lo prenoti anche a noi”, “Alla nostra prossima vacanza ci pensi tu!”.
Credo che alla fine trovare offerte sia solo questione di pazienza e voglia di ricercare e partire, oltre che di esperienza. Comunque non mi resta che riprovare a rielencare le regole base del viaggiare low cost e sperare che questa volta qualcuno colga nel segno e segua qualche piccola direttiva.

10 regole per prenotare low cost
Tutti possono prenotare on line risparmiando, basta seguire alcune regole

1- Il periodo del viaggio

Inutile dire che questo è uno dei punti cardine della prenotazione low cost: non si può pretendere di trovare offerte sotto Natale per l’Europa o i Caraibi o per sciare. Secondo il Touring Club, ad esempio, il mese migliore per prenotare un hotel è febbraio, quando si riesce a risparmiare un 10% sul prezzo base.

Se pensate a un viaggio in Europa, inutile dire che anche il periodo estivo è uno dei migliori sia per voli che per hotel: infatti tutti ricercano posti di mare e diminuiscono anche i viaggiatori business e, quindi, essendoci una bassa richiesta, i prezzi scendono (sono stata bocciata un’infinità di volte in Economia, ma la legge della domanda e dell’offerta mi è rimasta impressa nella mente).

2- Flessibilità

Essere flessibili è fondamentale. Cosa intendo per flessibilità? Significa non sbattere i piedi per volere esclusivamente quello che si aveva in mente di voler fare. Potreste essere così flessibili da decidere dove andare in base ai prezzi oppure essere flessibili per partire quando il prezzo è più basso, accettare uno scalo in più per riuscire a pagare di meno… o ancora essere tutto insieme e decidere di voler partire lasciando al caso destinazione, tempi e modi!

3- Flessibilità nella prenotazione voli

Vi consiglio anche di evitare di pensare necessariamente a una compagnia unica per andata e ritorno: spesso si risparmia prenotando due diverse compagnie nonostante i costi di prenotazione. Il risparmio in questo caso è ancora più evidente per il lungo raggio: immaginate di dover andare a New York e capire che Parigi è collegata a prezzi migliori con la Grande Mela.

Se vi impuntate e chiedete all’Alitalia o alla Delta un’unica prenotazione nonostante lo scalo che vi verrà proposto, vi ritroverete con un prezzo molto più alto che prenotando un low cost fino a Parigi e poi prenotando un volo Parigi-New York: ve lo assicuro, per viaggiare low cost volare “a tappe” è il modo migliore per risparmiare.

Giocate un po’ con tariffe e collegamenti e vi renderete conto di quanto sia vera questa affermazione.

10 regole per viaggiare low cost
Prenotazione anticipata o lanci di offerte improvvisi… occhi aperti su internet

4- Variare categoria alberghiera

Qualcuno storcerà il naso, ma non sempre buttarsi in una bettola o in una camerata di un ostello vi farà risparmiare granché.
Allora diciamo che un ostello costa meno di un hotel 5 stelle, E’ VERO! Ma la vacanza vi deve anche piacere e non tutti sono fatti per condividere bagni o stare in strutture spartane, quindi adattate il risparmio al vostro stile di viaggio, perché è pur sempre la vostra vacanza ed è giusto vi piaccia.

Capita molto spesso che gli hotel di categoria superiore, non riempiendo le stanze, soprattutto in estate quando i clienti business non volano come in inverno, lancino offerte decisamente interessanti. 50% di sconto oppure 3 notti al prezzo di 2, soggiorni con colazione gratuita oppure con transfert incluso… insomma non siate razzisti, risparmiare non significa necessariamente essere “straccioni” (come mi definiva mio padre quando giravo zaino in spalla per catapecchie nella giungla).

5- Prenotare in alcune ore precise

In molti ridono quando lo dico, ma in effetti è così: alcune ore sono molto gettonate per le prenotazioni e li i prezzi sono più alti. Inutile dire che da alcuni studi risulta che l’una del mattino è eccezionale per trovare offerte… io non seguirò mai questo consiglio, ma qualche mattiniero potrebbe ritrovarsi libero di fare prenotazioni in piena notte. Non siate estremisti e ragionate solo così: sono stranamente libero nel pomeriggio in mezzo alla settimana? Provo a verificare i prezzi dei voli.

10 modi per viaggiare low cost
Risparmiare si può basta imparare

6- Siate diversi dagli altri

Non cercate le città che cercano tutti. Parigi, Londra e Amsterdam avranno offerte decisamente inferiori rispetto, ad esempio, a città dell’Europa dell’est poco gettonate, ma stupende da visitare. Considerate poi che le città più grandi sono raggiunte da molti viaggiatori d’affari e per questo paradossalmente in settimana hanno prezzi che scendono di meno che non nel wekend.

7- Scegli i giorni giusti per viaggiare

Inutile ricordare l’ovvietà, ma visto che ci siamo rimettiamola per iscritto: se riuscite a partire in mezzo alla settimana troverete voli molto più interessanti, dato che dal lunedì al giovedì ci sono le tariffe più convenienti, mentre nel fine settimana vengono applicati sovrapprezzi sia ai voli che agli alberghi.

8- Controllare i last minute alberghi

Molto spesso i grandi alberghi, non riempiendo le stanze, mettono offerte. Come fare per non rimanere fino all’ultimo senza sapere dove andare a dormire?
Vi spiego come faccio io: quando prenoto il volo inizio a cercare alberghi economici che abbiamo costi di cancellazione 0 e nessuna richiesta di anticipo. Questo significa che è possibile prenotare senza penali fino a 24 ore dal soggiorno. In questo modo ho le notti assicurate senza spendere nulla, ma con la possibilità di cancellare se trovo di meglio.

Gli ultimi giorni mi do alla ricerca del last minute e se lo trovo faccio una nuova prenotazione e cancello la vecchia (ricordatevi di cancellare la vecchia altrimenti vi ritroverete sulla carta di credito la penale che può essere la prima notte oppure l’intero soggiorno).

9- Scegliere adeguatamente tra prenotazione anticipata o last minute

Stiamo ora entrando in un terreno impervio in cui molti si impantanano senza capirci nulla. La prenotazione anticipata è buona cosa, ma quanto anticipata? Il last minute per cosa chiederlo e per cosa no.

Ho parlato spesso della differenza delle offerte in prenotazione anticipata e last minute e ho anche spiegato come comportarsi. Diciamo che se potete rispettare le regole di flessibilità prima elencate e siete tranquilli di poter aspettare pochi giorni prima della partenza per prenotare potete rivolgervi ai last minute, altrimenti cercate prenotazioni anticipate.

Inutile dire che le vere offerte last minute sono per pacchetti viaggio di tour operator che svendono l’invenduto gli ultimi giorni. Se quello che cercate è il solo volo, vi consiglio vivamente di cercare in anticipo tra le offerte lanciate di tanto in tanto o comunque acquistare prima che i prezzi si alzino, in genere circa 3 mesi prima della partenza.

10- Controllate anche i pacchetti viaggio

Per i viaggiatori indipendenti questa è una vera eresia, ma per chi vuole prendersi un periodo di stacco, anche solo di un paio di giorni, i pacchetti viaggio potrebbero essere una manna dal cielo.

Molte volte anche per un weekend in Europa vengono offerte combinazioni volo più hotel decisamente convenienti rispetto all’acquisto separato arrivando a risparmiare anche il 30%.

Quindi perdete un po’ di tempo prima di prenotare e controllate i prezzi del pacchetto e anche del volo più hotel presi separatamente e vedete quale dei due vi conviene.

 

Foto di copertina: Nomadistanziali.com

di Agnese.C