17 domande che i genitori dovrebbero farsi

 

Essere genitori non è certo facile: quando mettiamo al mondo i nostri amati figli, non veniamo, purtroppo, dotati di un manuale di istruzioni che ci dica come comportarci e cosa fare in ogni situazione. E, come dicevano le nonne un tempo, i problemi aumentano con l’età dei figli: bambini piccoli, problemi piccoli, bambini grandi, problemi grandi. Magra consolazione: siamo tutti sulla stessa barca.

Essere genitori non è facile
Essere genitori non è facile

Ma come possiamo fare per capire se la strada presa è quella giusta? Basta porsi le domande corrette. Ogni giorno. Per tutta la vita. Pronti a farvi delle domande e a darvi delle risposte?

1. I miei bambini si divertono?

La vista spesso è complicata già in tenera età, ma il divertimento e il gioco dovrebbero essere le loro priorità.

2. E io mi diverto?

Spesso tendiamo a mettere in secondo piano la nostra felicità: ma da genitori sereni e felici, derivano figli sereni e felici.

3. I miei bambini mangiano bene?

Mangiare sano ed equilibrato è alla base di una crescita sana.

4. I miei bambini dormono bene?

Spesso sottovalutiamo il momento della nanna, ma i disturbi del sonno possono trasformarsi in problemi di crescita gravi.

5. I miei figli stanno imparando qualcosa?

La loro crescita è fatta di piccoli passi quotidiani: l’importante è che si divertano a imparare ogni giorno cose nuove.

6. I miei bambini riescono a gestire lo stress?

Imparare a gestire le emozioni non è facile, ma è importante insegnare loro a controllarle e a riconoscerle, per reagire in maniera appropriata.

7. Urlo con loro?

E come mi sento quando lo faccio? E come si sentono i bambini?

8. Perché urlo?

Capire le motivazioni che ci spingono ad alzare la voce è il primo passo per gestire questi momenti di rabbia.

9. Incolpo spesso i bambini?

Talvolta ce la prendiamo con loro, ma in realtà siamo noi che siamo stanchi o abbiamo altri problemi che non dobbiamo scaricare addosso ai più piccoli.

10. Li lodo abbastanza?

Fermiamoci a pensare all’ultima volta che ci siamo rivolti a loro in maniera positiva: sono più le frasi negative, vero?

11. Li lodo per le giuste cose?

Questo è lo step successivo: capire quando è il caso di lodarli e quando è superfluo!

12. Tratto il loro successo come se fosse il mio?

A volte riflettiamo su loro le nostre aspettative e i nostri sogni, non rispettando i loro.

13. Come voglio che si sentano i miei figli?

Sicuramente rispettati, felici e liberi di essere loro stessi.

14. Ho fatto qualcosa oggi per incoraggiare la loro indipendenza?

I genitori chioccia diranno sicuramente no… E gli altri?

15. Qual è il ruolo più importante dell’essere genitore?

Questo è un bel punto di partenza.

16. Imparo dai miei errori?

I genitori si devono sempre mettere in discussione e devono saper chiedere scusa.

17 Per che cosa sono grato?

Facciamo un elenco delle cose per le quali sarebbe bene dire grazie!

di Redazione