20 cose che i bambini possono fare, ma che non sono accettabili per gli adulti

Ci sono cose che i bambini fanno abitualmente, ma che non sono accettabili se fatte dagli adulti. Non parliamo di cose estreme, ma di atteggiamenti e comportamenti che anche noi adulti magari a volte abbiano necessità di mettere in atto, ma che purtroppo le convenzioni sociali ci dicono non andare bene. Eppure sarebbe bello se tali comportamenti fossero considerati accettabili anche da adulti. Ecco venti cose che i bambini possono fare, ma noi no:

1) andare sulle spalle quando sono stanchi: state passeggiando con un bambino, lui dice di essere stanco e oplà, finisce subito sulle spalle di un adulto. Pure noi siamo stanche a volte, perché non va bene se il mio compagno mi prende sulle spalle quando sono stanca?

2) dormire ovunque: per un bambino è accettabile che si addormenti letteralmente ovunque, perché io non posso schiacciare un pisolino in santa pace dove capita, senza dare fastidio agli altri, ovvio?

3) andare nudi ovunque: ecco, su questo non concordo. Va bene essere a proprio agio con il corpo, ma girare nudi quando magari abbiamo parenti in visita non mi pare appropriato

4) fare Scherzetto o Dolcetto: mica è divertente solo per i bambini!

5) prendere ciò che vogliono: i bambini vedono una cosa che gli piace e la prendono, non importa di chi sia. E spesso gli adulti lasciano fare. Perché se faccio la stessa cosa io con un iPhone o una borsa di Louis Vuitton finisco in galera?

Anche noi adulti vogliamo andare sui gonfiabili!
Anche noi adulti vogliamo andare sui gonfiabili!

6) sputare il cibo che non gli piace: se un bambino mangia un cibo che non è di suo gradimento, lo sputa. Il messaggio mi pare chiaro. Noi invece siamo costretti a buttare giù anche il cibo più disgustoso

7) fare domande su qualsiasi cosa e a qualunque persona: i bambini chiedono, chiedono, chiedono. E tutti rispondono. Provate a farlo voi, soprattutto se si tratta di domande che riguardano la sfera personale!

8) ridere dell’emissione di rumori corporei: i bambini lo fanno e va bene. Ma per gli adulti è considerato disdicevole. Cosa cambia? Sempre gli stessi rumori sono

9) andare in giro in pigiama tutto il giorno: io lo troverei strano anche in un bambino.  Se un bambino va in giro in pigiama anche sotto la neve, la maggior parte della gente non ci trova niente di male. Ma se voi andate al lavoro in pigiama cosa succede?

10) non chiedere mai scusa: i bambini non sentono la necessità di chiedere scusa, chiedono scusa solo quando sono obbligati, mentre noi adulti ci scusiamo anche per le cose di cui non abbiamo colpa

11) vivere senza filtri: con la scusa dell’innocenza, i bambini possono dire tutto ciò che vogliono senza subire ritorsioni. Ma se quella donna sta male con quel paio di leggings, perché se lo dice un bambino è accettabile, se lo dico io no? Sempre male sta

12) cantare in qualsiasi occasione: i bambini cantano quando giocano, guardano la televisione, fanno qualcosa in casa, sono in fila alla cassa del supermercato con i genitori… e non si preoccupano se qualcuno li ascolta. Se io provo a cantare mentre sono in attesa a quella cassa per far passare il tempo, quanto passa prima che chiamino il servizio di sicurezza?

13) correggere tutti: una volta imparata una cosa, i bambini correggeranno automaticamente tutti coloro che la sbagliano. Se però la stessa cosa la fa un adulto, viene tacciato di pignoleria e di essere un rompiscatole

14) correre sui carrelli della spesa: perché i bambini possono divertirsi mentre sono scarrozzati sui carrelli della spesa e noi non possiamo fare la spesa così? Sarebbe più divertente, spesa in stile autoscontro

15) dire a tutti il proprio numero di telefono: i bambini non si fanno scrupoli a dare a tutti il numero di telefono dei genitori, ma se lo facciamo noi ci sembra di essere invadenti

16) usare cerotti colorati: questo lo faccio, eccome. Se il bambino si fa male può usare cerotti con disegnati svariati pupazzetti e va bene. Ecco, io uso i cerotti di Frozen e me ne vanto, va bene?

17) celebrare ogni cosa: per i bambini ogni cosa è motivo di celebrazioni. Dovremmo prendere esempio da loro, ma se io dico che voglio celebrare il primo giorno che ho messo piede all’Università vengo presa per pazza

18) necessità soddisfatte subito: appena un bambino ha una richiesta o una necessità, ecco che viene soddisfatta subito dagli adulti. Se un adulto ha un bisogno, ha un’unica persona che si preoccuperà di soddisfare quella necessità: lui stesso. Anche gli adulti hanno diritto a uno stuolo di persone pronte a soddisfare i loro desideri

19) saltare sui gonfiabili: perché i gonfiabili sono vietati agli adulti, perché?

20) fermare tutto e tutti quando vedono qualcosa che gli interessa: poco importa se stanno fermando una processione o se stanno rallentando tutti, loro bloccano tutto e se ne infischiano se stanno facendo perdere tempo agli altri. Dovremmo fare lo stesso per imparare ad apprezzare le piccole cose

Via: PopSugar

Foto: By Cpl. Michelle Piehl – https://www.dvidshub.net/image/1401560, Public Domain, LinkFlickr

di Laura Seri