4500 euro per fare da babysitter… in una casa con fantasmi

Un lavoro da baby sitter a 4.500 euro al mese non è decisamente male. E’ quello che offre una coppia di genitori in Scozia che, nonostante le cifre interessanti, non riesce a trovare la candidata perfetta per prendersi cura dei propri piccoli, nella loro casa che si trova nella regione delle Mairches. Ma perché non si trovano persone disposte a lavorare con i loro bambini per uno stipendio annuale di più di 57mila euro? Beh, forse perché la loro casa non è proprio normale, ma infestata dagli spiriti.

La coppia ha messo il seguente annuncio su tutti i giornali della zona: “Siamo una famiglia amichevole di quattro persone, con due bambini di 7 e 5 anni e viviamo in un adorabile, ampio e storico edificio in un punto remoto di un paesino con viste spettacolari. Cerchiamo una ragazza/donna eccezionale che possa fare da domestica e da baby sitter per i nostri bambini”.

L’offerta è proprio di 4.500 euro, una cifra davvero alta (tra un po’ nemmeno la tata dei principini George e Charlotte prende così tanto per prendersi cura di loro), così sospetta da scatenare i giornalisti del Sun e del Telegraph che hanno deciso di indagare scoprendo proprio il motivo per cui nessuno se la sente di accettare l’incarico.

La casa dove vive la coppia è infestata dagli spiriti e tutte le baby sitter che hanno provato ad accettare l’incarico (cinque donne assunte, pare), sono dovute scappare dalla paura per quello che hanno visto. La coppia lo sa bene, perché al momento della vendita era stata avvertita degli incomodi ospiti dell’abitazione storica.

Abbiamo vissuto qui per quasi dieci anni, ci avevano avvertito quando abbiamo comprato questa casa, ma poi decidemmo di acquistarla senza badare a dicerie e superstizioni. Le donne che hanno lasciato il lavoro hanno parlato tutte di fenomeni paranormali: strani rumori, mobili che si spostano e bicchieri che si rompono”.

La coppia, in realtà, non ha mai notato nulla, i fatti in questione sono sempre stati riferiti e sarebbero accaduti mentre loro non c’erano. “Siamo comunque lieti di poter pagare una cifra simile, sentiamo che è importante scegliere la persona giusta al più presto”. Chi si offre?

di Redazione