5 consigli per riscaldare casa e risparmiare sulla bolletta

Se impariamo ad usare correttamente il riscaldamento, probabilmente non solo staremo sempre al calduccio in casa, ma riusciremo a risparmiare qualcosa anche sulla bolletta, cosa di cui il nostro portafoglio ci sarà eternamente grato. Il fatto è che spesso sbagliamo: non siamo a casa tutto il giorno, quindi teniamo il riscaldamento spento per non sprecare e quando torniamo lo mettiamo al massimo per riscaldare in fretta la casa. Solo che così facendo consumiamo di più. Ecco cinque consigli su come riscaldare casa e risparmiare qualche euro:

1) temperatura e termostato: l’OMS ci dice che in casa dovremmo avere una temperatura di 21 gradi, ma in realtà si sta bene con una felpa anche a 19-20 gradi. Quindi cerchiamo di tenere la temperatura sui 19-20 gradi, magari imparando a impostare correttamente il timer. Non ha senso, infatti, spingere la caldaia al massimo per far riscaldare prima l’ambiente, ci mette sempre lo stesso tempo. Piuttosto impostiamo il timer affinché accenda il riscaldamento una mezz’ora prima il nostro rientro a casa

2) quando cambiare l’aria? E’ importante far cambiare aria in casa, ma va fatto al momento giusto. Non fatelo col riscaldamento acceso, non ha senso. Arieggiate 15 minuti al mattino, senza raffreddare troppo gli ambienti

Non dimenticate le coperte e le felpe
Non dimenticate le coperte e le felpe

3) usare bene le tende: le tende non sono solo decorative. Quando c’è il sole, conviene tenerle aperte per permettere ai raggi del sole di aiutare a scaldare l’ambiente. Se il riscaldamento è acceso, anche qui meglio tenerle aperte, mentre se è spento, tenetele chiuse affinché aiutino a trattenere il calore. Corollario: se avete mobili o divani davanti al termosifone, spostateli, bloccano la circolazione del calore

4) finestre: la maggior parte della dispersione del calore avviene a causa di finestre e guarnizioni vecchie o difettose. La cosa migliore da fare sarebbe quella di mettere i doppi vetri e i doppi infissi alle finestre. Poi se dovete rifare l’esterno della casa, ricordate di far fare il cappotto ai muri, mentre altrettanto utile è la presenza di un controsoffitto con materiale isolante. Se fate tutto ciò, vedrete la bolletta scendere rapidamente

5) caldaia e manutenzione: se avete una caldaia molto vecchia e una bolletta molto cara, possibile che il problema sia anche quella vecchia caldaia che non funziona più bene. Ricordatevi di fare periodicamente la manutenzione per permetterle di lavorare al massimo della sua efficienza e fatevi mettere le valvole termostatiche. Queste vi permettono di controllare la temperatura dell’ambiente di ogni termosifone

Foto: FlickrFlickr

di Laura Seri