5 cose da non dire quando si rompe una relazione

La rottura di una storia d’amore è già brutta di suo senza che venga condita da frasi fatte e vuote che faremmo meglio a risparmiarci. Quando si rompe un rapporto, lo si chiude definitivamente, non fatevi tentare da scappatoie utili solo a placarvi la coscienza e che servono solo a far agonizzare per più tempo una storia che ormai doveva essere conclusa mesi fa. Ecco dunque cinque cose da non dire mai quando si rompe una relazione:

1) Prendiamoci una pausa di riflessione: lo sanno tutti che vuol dire che in realtà si è già deciso di rompere, ma che non si ha il coraggio di dire un Basta fermo e deciso. Prendere tempo non serve a niente se non a offendere l’intelligenza del partner e a temporeggiare

Ti lascio perché ti amo troppo?
Ti lascio perché ti amo troppo?

2) Lasciamoci, ma ogni tanto sentiamoci, rimaniamo comunque amici: soprattutto se la decisione è stata unilaterale, serve solo a dare false speranze all’altro. Il corollario da non dire mai è anche: Capito, non vuoi neanche più rimanere in contatto come amico, allora a questo punto sei tu che non vuoi avere più alcun rapporto con me. Fammi capire: prima lo molli, magari lui è ancora innamorato, poi gli proponi di continuare comunque a sentirvi, lui rifiuta questo gesto di pietà e autocompiacimento per evitare di soffrire ulteriormente e tu scarichi ulteriormente la colpa su di lui?

3) Tutti i messaggi del tipo Come stai? Posso aiutarti? Buongiorno: quando si chiude, si chiude, punto e basta. Avete voluto non fare più parte della vita del partner? E allora non continuate ad intromettervi. E quando si molla qualcuno, chiedergli come poter aiutarlo sa tanto di presa in giro

4) Ti lascio, ma ti voglio comunque bene: credo che di questo il partner mollato non se ne faccia nulla. Anche perché voler bene è un concetto ampio, si può voler bene anche al gatto e al corriere di Zalando che ci porta le scarpe. Corollario: la frase Se comunque hai bisogno di me, io sono qui. Questa è da non dire mai, a leggerla fra le righe indica un senso di superiorità e arroganza da evitare come la peste

5) Dai, la vita mica finisce qui, si chiude una porta, si apre un portone: ci manca solo che gli leggiate le frasi di Fedez dei Baci Perugina ed è fatta. Niente pietà e compassione, a che servono? Solo a farlo autocommiserare di più

6 – bonus) Ti lascio perché ti amo troppo, lo faccio per il tuo bene: ma che siamo, in una telenovelas? Ti amo così tanto che ti lascio? No, dite la verità: non mi sforzo di amarti quanto dovrei, per qualsiasi motivo e quindi fingo di lasciarti per il tuo bene in modo da rimanere sul mio piedistallo di superiorità

Foto: Wikimedia

di Laura Seri