5 cose da non fare quando si è vittime di tradimento

Difficilmente perdono un tradimento. Sono leale fino alla morte, ma se mi tradisci, allora con me hai chiuso. Il tradimento è ancora più difficile da perdonare o da superare quando è il nostro compagno che ci tradisce. Il problema è che spesso in questi casi ci facciamo prendere da un insano desiderio di vendetta che ci porta a comportarci in maniera non corretta, facendo cose che a mente fredda non avremmo mai neanche immaginato di poter fare. Ecco dunque cinque cose da non fare quando si è vittime di un tradimento se non si vuole passare dalla parte del torto anche quando si ha ragione:

1) non ignorate il tradimento e non evitare di parlarne o, peggio, fare finta che non sia mai successo

Vendetta, terribile vendetta!
Vendetta, terribile vendetta!

2) non vendicarsi pubblicamente facendo scenate e mettendo alla gogna il fedifrago. Questa cosa vale anche sui social network: si rischia una denuncia per diffamazione

3) non darsi la colpa del tradimento e non giustificarlo

4) non danneggiare le proprietà del traditore, traduci con: non rigargli la macchina, non distruggergli il cellulare, non bruciargli l’attrezzatura da sci… rischiate una bella denuncia

5) non vendicatevi tradendo a vostra volta: sembrereste infantili e meschine. Questo almeno finché state insieme, quando invece l’avrete mollato, via libera

Foto: Flickr

di Laura Seri