5 cose da non portare in regalo quando si è invitati a cena

 

Se seguite il galateo e volete comportarvi da bravi invitati, qui trovate cinque cose che non dovete assolutamente portare come regalo al padrone di casa. Certo, se si tratta di festicciole fra amici, allora tutto è concesso. Ma se parliamo di feste un po’ più formali, fra parenti o comunque con commensali on cui si ha un rapporto meno famigliare, allora bisognerebbe evitare di fare certe gaffe. Soprattutto se dall’altra parte ci tengono a seguire l’etichetta del galateo a tavola.

Cosa portare quando si è invitati a cena?
Cosa portare quando si è invitati a cena?

Mai portare queste cinque cose in regalo se siete invitati a una cena:

1) vino: questione controversa. C’è chi lo bandisce del tutto, sembra di fare uno sgarbo al padrone di casa e di sottintendere che non sia in grado di provvedere ai propri ospiti. Se proprio non potete farne a meno, evitate di portare vini troppo particolari che non possono essere abbinati al menù della cena ed evitate di portare il vino caldo da supermercato comprato cinque minuti prima. Men che meno il Tavernello, cosa che ho visto fare durante una cena

2) dolci e pasticcini: a meno che non sia stato espressamente richiesto dal padrone di casa (cene nel quale ciascuno porta qualcosa), non si porta mai il dolce come regalo. Come prima, rischiate di scombinare il menù e sembrereste suggerire che il padrone di casa non sappia provvedere ai propri ospiti

3) mazzi di fiori enormi: si porta una composizione floreale piccola e discreta, non un mazzo in stile matrimonio o una pianta gigantesca. Questo perché non dovete dare al padrone di casa anche l’incombenza di mettersi a cercare un vaso per quei fiori o di dover collocare una pianta enorme che impiccia e occupa spazio

4) dolci o gelati alternativi: se dal padrone di casa viene richiesto di portare il dolce, magari è una cena meno formale, evitate di portare i pasticcini presi al discount, dolcetti vegani super salutari o gelato al gusto di citronella sudamericana. Ricordatevi che ci saranno altre persone che magari non apprezzano i vostri gusti alternativi

5) Scusa, non ti ho portato niente, ormai era tutto chiuso: piuttosto tacete, soprattutto se sapete che la cena è stata organizzata da due mesi. Avete avuto tutto il tempo per prendere qualcosa o assicurarvi che il vostro anfitrione avesse bisogno del dolce, vino o altro. A meno che la cena non sia stata organizzata cinque minuti prima

Foto: Flickr – Flickr

di Laura Seri