5 regole per prendersi cura della stella di Natale

 

La stella di Natale è senza dubbio uno dei simboli più importanti delle feste di fine anno. La pianta, che si chiama anche Poinsettia, è la protagonista di questo periodo magico, grazie alle sue foglie brillanti e colorate. Lo sapevate che la stella di Natale non è solo rossa? Esiste anche in bianco, crema, giallo, rosa, albicocca, con sfumature, anche se la versione rossa è quella perfetta per celebrare il Natale. Ma sappiamo come prenderci cura di lei? Sappiate che anche se non avete il pollice verde, prendersi cura della stella di Natale è facilissimo!

2015-poinsettia-close-up-bagliore-it
La stella di Natale ama il caldo e non il freddo

1. Controllare prima di comprare

Le piante sono disponibili da novembre in poi: assicuratevi che il fogliame sia denso e i boccioli giallo verdi. Se sono appassiti, cambiate pianta. Non comprate vasi vicino alle porte d’entrata, perché soffrono gli spifferi.

2. No al freddo e al vento

Vento e freddo durante il tragitto verso casa potrebbero danneggiare la Stella di Natale, che ha origini messicane e non ama il freddo. Copritele bene.

3. No alla luce solare diretta

Le piante amano la luce e il caldo, ma non devono avere la luce diretta del sole. La temperatura ideale è tra i 15 e i 22 gradi. Non mettetele vicino a frutta o vegetali, altrimenti le piante appassiscono velocemente.

2015-poinsettia-famiglia-02-it
Non bagnatela troppo spesso

4. Poca acqua

Le Poinsettia non devono essere immerse nell’acqua, quindi no ai ristagni. Quando le innaffiate, rovesciate l’acqua in eccesso per non far scolorire o cadere le foglie. Date un po’ di acqua tiepida una volta ogni due settimane.

5. Il taglio

Se le usate per composizioni di fiori o altri decori e quindi le tagliate, occhio alla fuoriuscita della linfa. Immergere la punta degli steli nell’acqua calda a 60 gradi circa per circa cinque secondi e, successivamente, passarli nell’acqua fredda con all’interno un conservante per fiori recisi. Così i fiori dureranno più a lungo.

E qui ci sono altri consigli per voi!

Foto: Stars For Europe (Campagna finanziata con il contributo dell’Unione Europea).

di Redazione