5 trucchi per ricominciare a lavorare dopo la maternità

 

Prima di tornare al lavoro dopo la maternità, dovrete trovare un sostegno non solo per i vostri figli (lasciarlo alla nonna, alla baby sitter o al nido) ma anche per voi stesse. La gravidanza, il parto e la maternità sono momenti bellissimi per una donna, ma arrecano anche un grande stress a livello fisico ed emotivo. Ritornare a lavoro dopo questo internso periodo non è facile, non solo perchè riprendere il ritmo è faticoso, ma anche perchè possono insorgere sensi di colpa nei confronti dei nostri figli o comunque ci si può sentire giù di tono per il distacco. Ma ecco qualche trucco per superare al meglio il rientro a lavoro dopo la maternità.

1. Vacci piano

Quando riprenderai a lavorare, ti accorgerai che diventerà tutto più difficile. All’inizio sarai meno concentrata e molto più lenta nel fare le cose che eri abituata a svolgere prima. Mantieni la calma e non pretendere tutto e subito da te stessa.

2. Fatti aiutare

Cerca di organizzarti anche con il tuo partner nella gestione della casa e fatti aiutare. Non preoccuparti troppo se la casa non è in ordine o se la cena non è molto allettante. Prediligi il rapporto con tuo figlio, quando rientri a casa la sera, e sarai più felice e forte anche a lavoro.

2. Preparati in tempo

Qualche settimana prima di ricominciare a lavorare, prova ad esempio la baby sitter che hai scelto e a distaccarti da tuo figlio; inizierai ad abituarti all’idea di lasciarlo per qualche ora. In questo modo saprai in anticipo gli eventuali problemi – ad esempio non vuole prendere il latte dal biberon, non gli piace un determinato gioco, ecc. –   che potrai risolvere in tempo.

Mamma e lavoro
Tornare a lavoro dopo la maternità

3. Scrivi tutto

Quando sei mamma, le cose da fare si moltiplicano. Per non perdere le fila, segnati tutto in una “to do list”. Sarai così  più tranquilla anche lavoro, perchè saprai sempre cosa c’è da fare a fine giornata.

4. Porta l’occorrente a lavoro

Se allatti al seno, non dimenticare di portare in ufficio tutto l’occorrente, ovvero il tiralatte, fazzoletti, sacchetti per conservare il latte e così via. In questo modo ti prendereai cura di te stessa e di tuo figlio anche mentre sei davanti al pc.

5. Chiedi ferie o vai in studio meno ore

All’inizio, se proprio ti senti stanca, prova a fare delle pause da lavoro – se ti è possibile. Prendi qualche giorno di ferie oppure esci qualche ora prima per tornare a casa. Così, avrai modo di riposarti e di riprendere a lavorare con più sprint i giorni seguenti. Se sei una libera professionista, ricomicia con molta calma. All’inizio prendi pochi impegni e segui pochi progetti in modo da poter dedicare del tempo in più al tuo bambino e a te stessa.

 

 

di Marianna Feo