5 trucchi per superare la timidezza

La timidezza è un problema abbastanza diffuso, ne soffrono soprattutto le persone più sensibili ed è spesso associata a vere e proprie forme di ansia sociale. Il problema della timidezza è che condiziona pesantemente i nostri rapporti con gli altri: chi ne soffre non riesce mai ad esprimere le proprie opinioni ed idee e spesso ci blocca così tanto che non riusciamo a partecipare ad eventi che potrebbero anche rivelarsi divertenti se solo non fossimo così timide. Ci sono però cinque trucchi che possiamo mettere in pratica per cercare di superare la timidezza:

1) affrontiamo le paure e le situazioni di disagio: evitare le situazioni che sappiamo metterci a disagio non migliora la timidezza, anzi, ci fa sentire ancora più inadeguati perché non ci sentiamo all’altezza delle situazioni e peggioriamo il senso di inferiorità che proviamo. Meglio affrontare le situazioni, magari poco per volta per imparare come comportarci in certi casi

Attacco acuto di timidezza fulminante
Attacco acuto di timidezza fulminante

2) combattiamo i pensieri negativi e l’ansia anticipatoria: quando una persona timida si accinge ad affrontare una situazione che la mette a disagio, comincia ad avere tutta una serie di pensieri negativi del tipo “Non so cosa dire, se apro bocca tutti penseranno che sono stupida” o “Ecco, adesso sbaglio e tutti mi prenderanno in giro”. Il fatto è  che questi pensieri iniziano a tormentarci anche giorni prima l’evento scatenante, generando un’ansia anticipatoria che peggiorerà sempre di più. Se notiamo questi pensieri, trasformiamoli in cose positive: “Perché dovrebbero prendermi in giro?” o “Perché tutti dovrebbero concentrare l’attenzione su di me?”

3) tutti possiamo sbagliare: chi soffre di timidezza è ossessionato dalla paura di sbagliare. Paura di dire la osa sbagliata, paura di fare la cosa sbagliata, ma dobbiamo renderci conto che tutti hanno dei limiti e non esiste nessuno perfetto. Il trucco è imparare a non prendersi troppo sul serio e affrontare gli obiettivi poco per volta, ricordandoci che gli altri non sono perfetti, anche loro hanno difetti, solo che sono più bravi di noi a deviare l’attenzione

4) lavoriamo sulla fisico: impariamo a fare esercizi calmanti e per moderare la respirazione e il battito cardiaco quando sentiamo che ci stiamo avviando in una spirale ansiogena. Tecniche di rilassamento, yoga, tutto quello che può aiutarci a stare tranquilli e a prendere confidenza con noi stessi

5) impariamo a comunicare: esercitiamoci a comunicare, sia verbalmente che fisicamente. Qualcuno prova anche la tecnica della recitazione: esattamente come gli attori, quando ci troviamo in determinate situazioni, impariamo ad interpretare un ruolo. Prendendo le distanze dal noi stesso timido, possiamo superare determinate ansie sociali

Foto: FlickrFlickr

di Laura Seri