7 consigli per chi è in viaggio per Parigi dopo gli attentati

 

La Francia è sempre stata una delle principali destinazioni per i turisti provenienti da tutto il mondo. Ma dopo i fatti di Parigi, dopo gli attentati del 13 novembre e dopo la proclamazione dello stato di emergenza in tutto il paese da parte del Presidente Hollande, cosa cambia per i turisti che vogliono visitare Parigi? Complici anche le vacanze di Natale e della fine dell’anno, saranno molte le persone che magari hanno già programmato un viaggio. Meglio partire informati: ecco tutto quello che c’è da sapere per chi sta per partire per Parigi in questi giorni.

parigi1
Visitare Parigi

1. Gli aeroporti Charles de Gaulle e Orly, i principali della città, sono entrambi aperti. Informatevi però prima, perché le compagnie aeree potrebbero, soprattutto in questi giorni così vicini ai terribili attentati, optare per dei cambiamenti di programma.

2. Tutti i musei e siti culturali sono aperti, ma prima di programmare la vostra giornata, cercate informazioni sui siti ufficiali.

3. La metropolitana e i treni funzionano regolarmente, ad eccezione della stazione di Oberkampf, vicina a due dei luoghi dove sono avvenuti gli attentati. I taxi viaggiano regolarmente.

4. Per chi non se la sentisse di andare a Parigi dopo questi fatti, chiedete all’hotel quali sono le politiche di annullamento della prenotazione: alcune catene fanno uno strappo alla regola visto il periodo delicato.

5. Informatevi prima di partire su quali documenti di identità sono necessari, se basta la carta di identità rinnovata o se è necessario il passaporto: lo sappiamo che state andando in Francia, un paese della comunità europea, ma sappiamo anche che il paese è in stato di emergenza, quindi meglio sapere prima cosa vi serve.

parigi2
Il Louvre

6. Lo stato di emergenza potrebbe durare anche per tre mesi a partire dal giorno degli attentati: tenetelo a mente.

7. I controlli sono, ovviamente, più accurati e serrati: portate pazienza e mettetelo in conto durante la vostra visita a Parigi.

di Redazione