9 errori da non fare a Pasquetta cuocendo la carne

Che Pasquetta sarebbe senza una bella grigliata con gli amici? Certo, il tempo non sempre gioca a nostro favore, anche perché, chissà per quale motivo, il giorno del Lunedì dell’Angelo, che segue la celebrazione domenicale della Pasqua, è sempre piovoso, nuvoloso, freddo. Ma noi non ci facciamo prendere dallo sconforto e la organizziamo lo stesso: al massimo mangeremo al coperto, no? Sbagliare la grigliata è molto semplice, per questo motivo oggi vi diamo 9 ottimi consigli per una grigliata perfetta.

1. Scegliere il giusto taglio di carne
La carne deve essere di qualità e dovrete optare per il taglio e la frollatura adatti alle nostre esigenze. Rivolgetevi al vostro macellaio di fiducia che saprà prepararvela al meglio.
2. La carne deve essere cotta a temperatura ambiente
Toglietela dal frigo un po’ prima, coprendola e non posizionandola in un luogo troppo caldo che rovinerebbe la carne.

3. La marinatura
C’è chi la mette sulla griglia senza marinatura e chi non ne potrebbe assolutamente fare a meno. Se la volete più morbida e saporita, meglio marinarla. Ma non salatela mai da cruda!
4. Ungere la carne
Prima della cottura è bene ungere la carne, ma con pochissimo olio, perché potrebbe cadere sulle braci provocando fiammate che brucerebbero la carne.

5. Sì al grasso nella carne
La rende più tenera sciogliendosi con il calore.
6. Griglia o barbecue?
La cottura alla griglia deve essere rapida, mentre il barbecue richiede più tempo con una cottura che distribuisce in maniera uguale il calore.

7. Il piano di cottura deve essere rovente
Sia se scegliete la griglia, la piastra o la bistecchiera. Mai mettere la carne quando è fredda.
8. Usate un termometro
La carne al sangue deve raggiungere i 50-55 gradi, mentre la cottura media arriva a 60-65 e la carne ben cotta deve arrivare a 70 gradi.
9. Servitela subito in tavola
La carne grigliata va portata subito in tavola, ma deve riposare qualche minuto.

di Redazione