Australia: i trucchi per viaggiare low cost in inverno

 

Quante volte avete sentito dire dai vostri amici: “L’Australia: che bella, ma molto cara“. Finalmente è arrivato il momento di preparare i bagagli e di imbarcarsi in una nuova avventura. Il costo della vita in Australia è esorbitante. Non è semplice, quindi, trovare una soluzione low cost, ma ci sono tanti piccoli trucchi da adottare per poter viaggiare nella Terra dei Canguri, soprattutto in inverno dove lì è bel tempo.

Ma qual è il periodo migliore? Considerate che febbraio è l’ultimo mese dell’estate australiana, mentre gennaio è forse il periodo migliore in cui si concentrano anche tantissimi eventi, come l’Australia Day e il Sydney Festival. Infatti, sarebbe meglio non allontanarsi troppo da Sydney e da Melbourne, dove le spiagge godono ancora di temperature miti per potersi fare un bel bagno.

Il mese dell’estate per eccellenza è novembre, in cui è possibile visitare tutta l’Australia e le attività all’aperto possono essere godute appieno. Se amate il mare e gli eventi esclusivi, invece, a dicembre si tiene il Sydney Hobart Yacht Race, una competizione nautica di 630 miglia.

australia_low_cost
Inizia l’avventura!

1. Pianificate in anticipo il viaggio e prenotate il volo per Sydney

Prenotare una vacanza in Australia significa spendere un botto per il viaggio. Buona parte dei costi da sostenere sono proprio concentrati nella prenotazione del volo. Se sarete piuttosto previdenti potrete trovare ottime offerte almeno 6-8 mesi prima della partenza. Alcune compagnie aeree propongono tariffe early bird con 12 mesi di anticipo per garantire a tutti un ottimo affare: ma bisogna monitorare costantemente le offerte. Affidarsi a Skyscanner, Kayak e Momondo rappresenta davvero una buona soluzione.

Altro piccolo trucchetto è quello di prenotare un volo per le principali città australiane, Sydney e Melbourne, scali in cui le opzioni di volo sono maggiori e quindi è possibile trovare più offerte convenienti.

2. Tra una città e l’altra viaggiate leggeri

australia_lowcost_1
Tigerair

L’Australia è davvero immensa: per poterla girare tutta c’è bisogno di inventarsi qualche piccolo escamotage per il trasporto interno. Gli aerei low cost delle compagnie Tiger Airways e Jetstar propongono voli a prezzi accessibili in tutto il paese. Molto utile è anche Webjet, un aggregatore online con tutti i voli delle compagnie aeree low cost in Australia.

L’aereo diventa una soluzione comoda soprattutto se viaggiate leggeri. Tra uno scalo e l’altro cercate di non pagare per un bagaglio extra. Portatevi solo l’essenziale. In fondo, è necessario che la vostra anima e il vostro cuore si arricchiscano dell’esperienza indimenticabile in una terra come l’Australia: potrete fare a meno di un pantalone e di una camicia in più.

3. Diventate backpackers o noleggiate un mezzo di trasporto

Perché non condividere un’esperienza davvero unica? Viaggiare in compagnia si può, noleggiando un’auto e dividendo così i costi per i trasporti. Questa potrebbe essere un’alternativa ancora più conveniente rispetto al noleggio di un camper oppure alla prenotazione di un volo aereo low cost. Il sito migliore per consultare le offerte di noleggio auto a basso costo è Vroom Vroom Vroom: trovate dei compagni di viaggio degni di questo nome e partite. Se amate i lunghi viaggi in bus potete consultare le offerte di Greyhounds Australia e Oz Experience.

4. Dal soggiorno in ostello agli appartamenti di Airbnb

australia_lowcost_4
Couchsurfing

In tutta l’Australia gli ostelli non mancano: camerate e stanze in dormitori affollatissimi non vi costeranno meno di 20-30 dollari a notte nelle principali città come Sydney o Brisbane. Per questo potrebbe essere molto utile cercare opzioni convenienti su Airbnb. Iscriversi è molto semplice, così come usufruire dello sconto iniziale, potrete noleggiare sia una stanza che un intero appartamento, a seconda delle vostre esigenze. Se non siete ancora soddisfatti c’è sempre CouchSurfing, una community online dove trovare persone disposte ad offrire la propria casa ai viaggiatori in maniera assolutamente gratuita.

5. Il Mercato di Adelaide e il Salamanca Market di Hobart: dove fare la spesa

australia_lowcost_2
Salamanca Market

Per chi viaggia con un budget limitato è veramente poco sostenibile mangiare fuori ogni sera. Per questo, bisognerà armarsi di pazienza e andare a fare la spesa al mercato locale. Coles, Woolworths e Aldi sono le principali catene di supermercati che troverete in tutto il Paese. Il Mercato centrale di Adelaide, il Victoria Market di Melbourne o il Salamanca Market a Hobart, nel cuore della Tasmania, sono particolarmente noti per la grande varietà di cibo di strada che offrono. La maggior parte dei piatti costeranno tra i 7 e i 10 dollari: pasti ottimi assicurati.

6. Le attrazioni gratuite: parchi naturali e musei

australia_lowcost_3
Daintree National Park

Ci sono centinaia di parchi naturali da esplorare in Australia, dal Daintreee National Park al Parco nazionale di Springbrook. I più avventurosi e dotati di camper possono pure decidere di soggiornare in una delle riserve. Tra i musei da non perdere: l’Art Gallery NSW di Sydney, la National Gallery of Victoria a Melbourne e il Queensland Museum a Brisbane: tutti con ingresso gratuito.

Fonte: theflightreviews.com;tailoredtasmania.com; i.ytimg.com; viaggi-lowcost.info.

di Valentina Varlese