Cambio di stagione: i migliori siti per rivendere i tuoi vestiti usati

 

Ogni anno il cambio di stagione ci regala una sorpresa: una marea di vestiti ancora utilizzabili, ma che non ci piacciono o non ci stanno…e via con bustoni di abiti che però potrebbero finire in un secchio dell’immondizia.

Come fare per non sprecare vestiti usati ancora sfruttabili?

Un’alternativa è sicuramente la beneficenza, ma c’è anche la possibilità di sfruttare il proprio “patrimonio” e rivenderlo guadagnando qualcosa su ciò che in realtà per voi non è utilizzabile.
Per chi è poco tecnologico, basta contattare negozi dell’usato, lasciare le proprie cose e dividere i ricavi una volta che tutto è stato venduto.
Internet ormai mette però a disposizione un’infinità di strumenti per la compravendita di usato evidenziando la tendenza al riciclo, al riutilizzo e alla minimizzazione degli sprechi e anche, diciamocelo pure, al racimolo di moneta per nuovo shopping.

Vendere abiti usati
Per chi non è allergico alla tecnologia, ci sono tante vie per vendere abiti usati online

Facebook ci ha già regalato gruppi a non finire per vendere oggetti usato di ogni genere (specie queli per neonati, quasi sempre troppo nuovi per essere buttati), ma in effetti si tratta di uno strumento scomodo se vuoi vendere molti oggetti, per ognuno dei quali devi creare un annuncio diverso.

Insomma i gruppi di vendita vanno bene per chi ha un paio di cose da vendere, ma per chi vuole sbarazzarsi di un’infinità di oggetti sarebbe meglio avere una vetrina unica a disposizione.

Siti per la vendita degli abiti usati

1- Svuotarmadio: un sito che ti permette di creare una vera vetrina con tutti i tuoi oggetti. E’ sicuramente il più comodo se devi vendere tanti oggetti e tenere tutto sott’occhio senza impallarti con decine di annunci diversi.
2- Ebay: troppo logico per pensarci molte volte. Ci compriamo spessissimo: bene possiamo anche vendere inserendo i nostri annunci.
3- Amazon: altro portale usatissimo per gli acquisti, ma puoi creare anche il tuo profilo venditore e il tuo negozio online
4- Privategriffe: ideale per chi ha vestiti di marca che hanno troppo valore per essere buttati, ma che non ci piacciono più.
5- Poshmark: Anche qui un facile strumento per creare la propria vetrina e vendere vestiti e accessori usati.

Un’alternativa alla vendita: il baratto dei vestiti

A me questo concetto del baratto piace da morire: nello stress quotidiano del conteggio della moneta per arrivare a fine mese, un angolo fatto solo di oggetti e non di banconote ci sta bene.

Su internet se cerchi il Baratto ti si apre un mondo: si baratta tutto, e come ho parlato di come viaggiare con il baratto, qui posso informarvi di come muoversi nel campo abbigliamento con il baratto.

Ci sono naturalmente negozi che si occupano di baratto, sempre per le poco tecnologiche per esempio c’è il Girotondo in provincia di Udine tutto dedicato ad abbigliamento e accessori per bambini.

Anche internet offre numerosi strumenti, quindi sotto con i clic scartabellatevi tutto e decidete dove comprare.

1- Coseinutili: si barattano oggetti per oggetti oppure per crediti riutilizzabili per oggetti di maggior valore.

2- Zerorelativo: si trova di tutto, secondo il principio che tutto si riusa nulla si butta.
3- E-barty: il negozio on line di baratto tutto femminile

Pronta per fare spazio a nuovi abiti e accessori? Vendi prima quello che è di troppo!

di Agnese.C