Carte di credito e vacanze: 10 consigli per evitare truffe

Se c’è una cosa che non dobbiamo dimenticare quando partiamo per le vacanze, questi sono i soldi o, per moderni viaggiatori, le carte di credito: sono più di 15 milioni gli italiani che, per evitare di viaggiare con grosse somme in contanti, scelgono di pagare con carte e bancomat. Ma come evitare truffe, raggiri e costi eccessivi? Ecco 10 regole d’oro, che ci vengono fornite da Facile.it, il principale comparatore italiano di prodotti finanziari.

1. Consulta la banca prima di partire, non tutte le carte attive in Italia possono essere usate anche all’estero.
2. Carte di credito o bancomat? Con entrambi è possibile pagare e prelevare contante, ma per il prelievo conviene il bancomat (2% di commissione, contro il 4% delle carte). Il bancomat, però, ha un limite di utilizzo giornaliero o mensile.

3. Per il pagamento non ci sono grandi differenze.
4. Furto, clonazione, smarrimento, che fare? Chiamare immediatamente la banca per bloccare la carta, che, se viene usata prima della denuncia, possono essere addebitati fino a 150 euro. Il denaro sottratto dopo verrà rimborsato totalmente.

5. Conviene cambiare i soldi in aeroporto? No!
6. Scegliete la valuta locale, in caso di pagamento o prelievo.

7. Scaricate l’app della banca per tenere i movimenti sotto controllo.
8. Attivate, se possibile, il servizio di alert via sms che informa immediatamente se la carta viene usata.

9. Continuate a monitorare anche dopo il rientro, per evitare clonazioni.
10. E per i figli che viaggiano da soli? Usate una carta prepagata!

di Redazione