Come conquistare il tuo collega di lavoro

Tutti i giorni un sacco di persone cercano la loro dolce metà, o solo relazioni di tipo occasionale, anche in ufficio. Sembra molto strano a sentirsi, ma pensate al tempo che trascorrete dietro una scrivania e alla quantità di vita che passate sempre con le stesse persone, ossia i vostri colleghi. Verrebbe da pensare che sia logico diventare amici o qualcosa di più con queste persone, con cui praticamente condividiamo la nostra vita.

Coworkers
Colleghi e tempo passato insieme

A cascarci siamo un po’ tutti in ugual misura, sia uomini che donne, forse queste ultime con un tono di romanticismo in più, cerchiamo sempre di dare un tocco di bellezza anche a un posto asettico come potrebbe essere un normalissimo ufficio! La reazione invece è molto diversa nel caso di rottura: le donne sono molto risolute nel non voler ripetere questa esperienza. Gli uomini lo rifarebbero senza battere ciglio, alla faccia dei sentimenti profondi!

Le regole per la conquista

Quindi proprio per evitare di essere una delle tante, ecco solo per voi dei consigli per sapere cosa fare e cosa evitare. Se, dopo aver letto questo articolo, siete ancora dell’idea di conquistare il vostro collega, buona fortuna!

Conoscere i rischi. Prima di farvi coinvolgere in una storia con qualcuno del vostro lavoro, prendetevi un attimo di tempo per riflettere se questa è una cosa che davvero volete. Ne sarà valsa davvero la pena, se la storia dovesse finire (male)? Prendete anche in considerazione che una love story non è uguale a un rapporto di una notte, e che le due cose assumono connotazioni diverse. In entrambi i casi, c’è sempre il pericolo che si possano diffondere voci sul vostro conto, che poco hanno a che vedere con la vostra professionalità. Il gossip su informazioni private che non volete assolutamente si vengano a sapere. Quanto più la relazione è lunga, più la posta in gioco è alta. Meditate amiche, meditate!

(500)-days-of-summer-screenshot
Conoscere i rischi

Non pensare al peggio. Cercate di essere caute per tutti i motivi appena visti, ma non esagerate diventando paranoiche. Evitate perciò di trasformarvi in spie russe, non nascondetevi come se aveste qualcosa di losco da tenere segreto. Ovviamente anche l’atteggiamento opposto non vi aiuterebbe: spifferare ai quattro venti la vostra relazione con tutti i dettagli, forse non interessa così tanto come pensate. Diciamo che la soluzione è di non essere troppo prevenuti nei confronti degli altri colleghi non inclusi nella vostra liaison d’amour.

Comunicare, Comunicare, Comunicare. Se siete in dubbio su cosa fare, parlate al vostro collega/partner per capire e decidere cosa è meglio per entrambi. Essere chiari sulle vostre rispettive intenzioni renderebbe tutto più semplice da gestire, anche perché le aspettative differiscono in ogni caso.

f242b66fffe9c314a83b88d3651c917e
Parlare in caso di dubbi

Mantenere alcuni limiti. In ogni caso, che diciate o no agli altri della vostra relazione, non permettete al lavoro di intromettersi nella vostra vita privata e viceversa. Quando si lavora insieme, è facile parlare di lavoro anche a casa durante la cena, o mentre ci si rilassa sul divano. La cosa importante è darci un taglio e non farsi monopolizzare l’esistenza, altrimenti la vostra relazione sarà inesistente. Cercate di tenere ben separati il lavoro dalla vita privata, questo è un consiglio che vale per tutte le coppie!

Businessman and woman smiling at each other in office
Separare lavoro da vita privata

Seguire i propri ritmi (da leggere con calma). Prendetevi il vostro tempo, non lasciatevi travolgere dagli eventi, che si tratti di una semplice uscita o di una storia più importante. Non è una competizione, né una corsa. Comportatevi come vi sentite. Seguite il vostro ritmo vitale, solo così farete la cosa giusta. Non dite cose che non siete pronte a condividere con altre persone in ufficio. Siate sagge!

di Michela Guida