Come dare medicine e compresse al gatto?

 

E’ una domanda da un milione di dollari: come dare le medicine e le compresse al gatto? In realtà nel titolo non mi ci stava, ma la domanda completa sarebbe stata: come dare le medicine e le compresse al gatto senza rimetterci un dito e finire al Pronto Soccorso? Non è facile, per niente. Metodo uno: mescolare le compresse al cibo. Funziona solo per gatti dal palato non troppo sofisticato: se sentono l’odore della medicina o vi vedono manipolare troppo il cibo, capiscono l’inganno e si rifiutano di mangiare.

Nel caso il gatto non fosse troppo sofisticato, potete sbriciolare finissime le compresse in una pappa dal profumo molto gustoso. Con le medicine liquide, basta inserirle nel cibo umido. Tutto ciò non funziona con le crocchette, dove non è possibile mescolare nulla: mangerebbero tutte le crocchette intorno e lascerebbero lì solitaria la compressa.

Prova a darmi una compressa!
Prova a darmi una compressa!

Metodo due: dare direttamente la compressa per bocca al gatto. Se avete un gatto molto aggressivo, che appena cercate di manipolarlo parte all’attacco e vi morde, scordatevi di riuscire a dargli qualsiasi tipo di medicina per bocca: finireste solo per avere morsi ovunque.

Questa tecnica funziona solo con gatti mediamente tranquilli e collaborativi. Se siete in due, uno tiene le zampe davanti del gatto ferme (altrimenti appena cercate di aprirgli la bocca con le zampe tenterà di scacciarvi). L’altro con una mano afferra delicatamente la bocca del gatto, preme delicatamente sui lati in modo da farla socchiudere mentre con un dito dell’altra mano appoggiato sul centro della mandibola preme verso il basso per farla spalancare.

Le altre dita di questa mano devono tenere la compressa: quando la bocca è aperta si lancia la compressa al centro della gola, non di lato o sotto la lingua, altrimenti il gatto la risputacchia fuori e comincia a sbavare. A questo punto si chiude la bocca, si estende la testa del gatto verso l’alto e si massaggia la gola per far deglutire.

Solo con gatti molto bravi, si può aiutare la compressa ad andare giù con un dito, ma occhio: il gatto può serrare la bocca e mordere in qualsiasi momento.

Un’alternativa per gatti che riescono a sputare fuori la compressa anche quando gliela avete fatta prendere correttamente è quella di sbriciolare la compressa fine fine e mescolarla o con acqua o con poco omogeneizzato e somministrare il tutto tramite una siringa senza ago. Basta infilare la siringa lateralmente facendo socchiudere di poco la bocca e sparare giù. Questa soluzione, tramite siringa senza ago, la si può usare anche con medicine liquide.

Ancora un’altra alternativa prevede di mescolare la compressa sbriciolata con pochissimo burro e spalmare il tutto sul palato del gatto.

In rarissimi casi medicine liquide o compresse sbriciolate in acqua si riescono a far prendere con un cucchiaino, ma si tratta di gatti rari e di padroni che le hanno tentate tutte pur di far prendere le medicine al gatto. Altrimenti ci sarebbe anche lo sparapillole per gatti: non funziona sempre, ma si può tentare anche questa via.

di Laura Seri